In Corea del Sud, il boosting è ora un reato

Per coloro che non lo sanno il boosting è fondamentalmente l’azione posta in essere da un giocatore per accelerare l’acquisizione di esperienza o premi, in genere in un gioco online, con metodi che non sono supportati o incoraggiati dagli sviluppatori del gioco. Ma il fenomeno si manifesta in più modi.

Ad esempio, potreste far sì che il vostro amico si unisca alla squadra avversaria e si lasci uccidere in modo da poter accelerare la crescita del vostro personaggio. In giochi come Rocket League, il fenomeno può aversi anche quando un giocatore davvero bravo fa un altro account per aiutare gli amici meno esperti a vincere facilmente le partite.

Apparentemente in Corea del Sud, il boosting è un problema rilevante, o almeno un problema abbastanza grande da catturare l’attenzione del governo. Nel Paese, del resto, ci sono anche aziende che offrono il boosting come servizio, in particolare per giochi come Overwatch e League of Legends, entrambi molto popolari nel Paese.

Ciò turba il bilanciamento del gioco, almeno secondo il governo sudcoreano. Proprio per questo, in Corea del Sud, le persone coinvolte possono ora essere condannate a pagare una multa fino a 20 milioni di won ($ 18.000 USD) e persino essere condannate a due anni di carcere, grazie ad un recente emendamento ad una legge.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui