Nove gli appuntamenti in edicola con le uscite della casa editrice milanese.

Ian e Gmor, in missione di salvataggio, vengono affiancati da un nuovo, potente, alleato in Dragonero 67, “Il demone sotto la pelle”. Di ritorno da una missione in un’enclave isolata tra le montagne innevate del Nord, Ian e Gmor s’imbattono in un gruppo di ragazze in pericolo. Chi le insegue non mostra affatto amichevoli intenzioni… anzi: intende proprio ucciderle tutte! I nostri due eroi dovranno dunque sguainare spade e asce per difendere la vita delle giovani vittime sacrificali, ma, per fortuna, non saranno soli! Al loro fianco, combatterà un nuovo, potentissimo quanto misterioso alleato. Il mensile è previsto in edicola per martedì 11 dicembre con testi di Luca Enoch, disegni di Walter Trono e copertina di Giuseppe Matteoni.

Magia e mystero si incontrano: il Detective dell’Impossibile scopre infatti il Grande Zirmani nel primo Martin Mystère One Shot, albo a pubblicazione una tantum previsto in edicola dall’11 del mese con il tiutolo di “Martin Mystère e il Grande Zirmani conto il Fantasma del Museo. Era destino che Martin Mystère, il Detective dell’Impossibile, e l’ineffabile “Grande Zirmani”, che l’Impossibile è in grado di crearlo, si incontrassero e agissero insieme. Anche se a prima vista sembrano profondamente diversi – un serio professore il primo, un vero mago (o forse solo un abile ciarlatano) il secondo – i due sono uniti dal fascino per il mystero, l’insolito, l’inspiegabile. Martin e Zirmani possiedono quella rara dote che è il “senso del meraviglioso”, un po’ come i loro biografi: Raul Cremona, attore, comico e straordinario prestigiatore che, come si suol dire, “non ha bisogno di presentazioni”, e Alfredo Castelli, il quale prestigiatore non è, ma condivide con Raul la passione per la magia, i suoi protagonisti, i suoi trucchi ingegnosi e la sua variegata storia. L’albo ha dunque soggetto di Alfredo Castelli, sceneggiatura dello stesso Castelli e di Raul Cremona, disegni di Paolo Ongaro, copertina di Lucio Filippucci e colori di Daniele Rudoni.

I ragazzi rapiti dal Pifferaio Magico, ritornano. Da dove e per quale, mysterioso, motivo riappaiono ora, dopo più di ottocento anni? La risposta nell’albo numero 360 di Matin Mystère bimestrale, “I ragazzi venuti da Hamelin”, in uscita mercoledì 12 dicembre con testi a firma del duo Alfredo Castelli – Enrico Lotti, disegni di Luigi Coppola e copertina di Giancarlo Alessandrini. Pare che la leggenda del Piffero Magico abbia qualche fondo di verità, e che nel XIII secolo molti giovani fossero davvero spariti da Hamelin, in Germania, non per colpa di un pifferaio che li aveva trascinati via per vendetta in quanto non era stato pagato per aver liberato la città dai topi, ma a causa di qualche altro incidente. Quale? Ai tempi nostri, tra le montagne della Bassa Sassonia, si dipana una lunga fila di giovani vestiti in abiti duecenteschi e dall’aria smarrita. Ad attenderli, automezzi militari camuffati da mezzi civili, come se qualcuno fosse al corrente di quel ritorno.

Una favola medievale, nera, ironica e crudele, che saprà raccontare “le donne, i cavalier, l’arme e gli amori” come solo un western crepuscolare potrebbe fare: ecco cosa devono aspettarsi i lettori dell’albo numero 75 de Le Storie, “Il mistero del lago”. Il lago Gerundo… una pura diceria o una realtà? È vero che nel bel mezzo della Pianura Padana, tra i fiumi Adda e Serio, esisteva, secoli fa, un vasto bacino d’acqua oggi scomparso?… Ed è vero che sul suo fondo viveva un terribile drago assassino? Ed è vero che un baldanzoso guerriero affrontò il mostro?… Può darsi, ma forse anche nel cuore delle leggende può nascere un po’ di confusione, e – forse – possono esistere più versioni e più verità. Il mensile, in arrivo il 13 dicembre, ha soggetto e sceneggiatura di Fabrizio Accatino con disegni di Tommaso Bianchi e copertina di Aldo Di Gennaro.

Vent’anni dopo, gli amici sessantottini sono inevitabilmente cambiati. Il fotografo che li ha raffigurati in manifestazione vuole incontrarli. Perché? La risposta in “Dove siete?”, secondo albo della serie mensile Cani Sciolti con testi di Gianfranco Manfredi e disegni e copertina di Luca Casalanguida. Negli anni 80 nella “Milano da bere”, la generazione del ’68 è cresciuta ed arriva il momento di confrontarsi con i propri sogni, quelli rimasti tali e quelli realizzati. Sarà anche l’occasione per fare i conti con le scelte dei padri, a loro volta combattenti (e resistenti) negli anni della Guerra e trovare, in questo confronto, lo stimolo per una nuova partenza. L’albo sarà in edicola da giovedì 13.

Pericolosi sicari sono sulle tracce di due ragazzi apparentemente innocui. Quale mistero nascondono? Solo Nathan Never può scoprirlo come sarà evidente nello Speciale Nathan Never numero 29, “Joseph & Mary”, in edicola dal 15 dicembre. Lei si chiama Mary. È una ragazza sola, tra poco diventerà mamma, e per un kafkiano errore informatico si ritrova privata della propria identità. Lui invece si chiama Joe: è un ladruncolo che non riesce a stare lontano dai guai, ma Mary gli fa tenerezza, e lui si offre di aiutarla. Non sanno che due sicari sono sulle tracce di Mary. Toccherà a Nathan Never e Legs scoprire chi li ha ingaggiati. E soprattutto perché. Il mensile ha soggetto e sceneggiatura di Michele Medda, disegni di Germano Bonazzi e copertina di Sergio Giardo.

Tesah vuole vendicare il padre e Tex salvare i suoi nuovi amici: queste le premesse de “La banda di Red Bill”, albo numero 2 della nuova serie mensile Tex Willer, atteso nelle edicole nostrane per il 15 del mese con testi di Mauro Boselli, disegni di Roberto De Angelis e copertina di Maurizio Dotti. Tra le selvagge montagne dell’Arizona, un fuorilegge solitario deve preoccuparsi di sfuggire agli sceriffi che gli danno la caccia, ma, poiché il suo nome è Tex, non può permettersi di ignorare una richiesta d’aiuto. E tra quei monti imperversa la masnada di assassini guidata dal feroce Bill il Rosso. Un vecchio minatore e la sua unica figlia sono in pericolo. Che cosa farà Tex Willer, solo contro tutti?

Due le ristampa della settimana. La prima è il numero 440 della mensile Tex Nuova Ristampa, che restituisce al grande pubblico a partire dal 14 dicembre “Sfida sulla Sierra”, albo originariamente uscito nel giugno del 1997. Il sanguinario generale Carrasco vorrebbe assoldare la Banda degli Irlandesi, ma i rivoluzionari feniani si ribellano e i pards fanno irruzione nel fortino messicano facendo scoppiare un pandemonio, ingigantito da una micidiale mitragliatrice manovrata a turno da Carson e da Tex. Quando Montales arriva con i rinforzi, trova soltanto macerie, e il tesoro dell’Imperatore torna al governo legittimo! Ma non è finita: il mercante d’armi Gutierrez, per il quale Shane avrebbe dovuto scovare l’oro, paga Moran per tradire e uccidere l’amico. I pards lo vendicano, ma O’Donnell muore, sognando l’Irlanda. L’albo ha soggetto e sceneggiatura di Mauro Boselli, disegni di Carlo Raffaele Marcello e copertina a firma di Claudio Villa.

Julia prosegue la sua disperata caccia al feroce serial killer nell’albo numero 2 della nuova ristampa dal titolo Julia. I casi archiviati. Il mensile, intitolato “Oggetto d’amore”, ha soggetto e sceneggiatura di Giancarlo Berardi, disegni di Corrado Roi, copertina di Marco Soldi e colori a cura di GFB Comics. Il serial killer fugge, con il suo carico di rabbia e violenza. Incontra Ruby, una ragazza orfana e, dopo averla strappata dalle mani del suo violento aguzzino, la porta con sé. Ne nasce uno stretto legame, venato di follia. Condivideranno il viaggio verso Providence, verso i luoghi della memoria del killer. Julia, insieme alla polizia, si mette sulle loro tracce. Anche il giornalista Graham ha fiutato la pista. E la catena dei delitti si allunga. L’albo è atteso per il 14 di dicembre.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui