Dragon Ball Super: Broly arriverà anche nei cinema italiani nel corso dell’inverno del 2019.

Nel corso della prossima stagione invernale, come rivelato nelle ultime ore, Anime Factory, l’etichetta italiana del distributore Koch Media dedicata all’animazione giapponese, ha annunciato che l’edizione italiana di Dragon Ball Super: Broly arriverà finalmente ed ufficialmente nei nostri cinema tra gennaio, febbraio o marzo 2019 e al momento non sappiamo un finestra di esordio indicativa. Il lungometraggio animato, ideato da Akira Toriyama, arriverà il 14 dicembre 2018 in Giappone.

Per la pubblicazione del nuovo film sono davvero tante le iniziative pubblicitarie per un caloroso benvenuto e, tra le altre, ve ne sono due che si traducono in adattamenti manga. Esattamente, il film animato che introduce nell’ufficialità dell’opera due mostri sacri, ovvero Gogeta e Broly, vanta due edizioni manga, sebbene non siano realizzate nel modo in cui vi stareste aspettando.

Relativamente al primo adattamento manga, la serie manga di Dragon Ball Super, scritta da Akira Toriyama e disegnata da Toyotato, nel recente capitolo (42°) ha concluso la trasposizione dell’arco narrativo del Torne del Potere (Universal Survial) per poi passare al nuovo arco inedito che non è mai stato svelato neanche nella serie animata, ovvero la storia del Prigioniero della Pattuglia Galattica. La storia si piazza temporalmente subito dopo gli eventi del film animato di Broly.

Toyataro ha scelto di passare per il film di Broly realizzando una sola tavola all’interno del capitolo e che avesse il compito di promuovere il lungometraggio anche per fare in modo di non anticipare nulla prima dell’effettiva uscita del film.

Difatti, Toyotaro narra che dopo la fine del Torneo del Potere tutto è tornato alla normalità e i 12 Universi sono rinati con il desiderio del vincitore della contesa, ovvero Numero 17 del 7° Universo. Pertanto, la pace e la tranquillità regnava, ma Freezer, invece, ha fondato nuovamente il suo nuovo Impero dopo essere tornato in vita e sarà proprio quest’ultimo, spinto dai suoi desideri malvagi, a mettere in pericolo Goku e i nostri eroi. Questo pericolo si materializzerà con il ritorno di Broly, ma alla fine di tutto i nostri eroi torneranno più forti di prima.

Emersa online, ecco a voi la tavola di Toyotaro realizzata per parlare del film di Dragon Ball Super: Broly con Freezer, Broly, Vegeta e Goku:

Il secondo adattamento manga, invece, viene pubblicato oggi nel numero di gennaio 2019 di Saikyo Jump con un inserto in opuscolo intitolato “Dragon Ball Super Saikyo Book: Movie Edition“. Il breve manga presente all’interno, composto da 4 pagine di storie separate, è più che altro uno speciale per promuovere un film all’interno del quale vi è un segmento e per chiarirne lo scenario superficialmente.

Il primo speciale, secondo la traduzione dal giapponese di @herms98, comincia con Cheelye che si rivela essere una soldatessa dell’armata di Freezer e che è fuggita dai suoi inseguitori rubando una navicella spaziale dai pattugliatori galattici. La soldatessa conosce Freezer solo attraverso dei rumor. All’interno dello speciale Cheelye incontra Goku e la prima gli dichiara che sicuramente si sentirà sconvolto nel vedere una bella ragazza nell’armata di Freezer e Goku approva quanto sentito.

Essendo di carnagione verde, Goku le chiede se sia una namecciana, ma nega quanto chiesto dal Saiyan.

Nella seconda mini-storia vediamo Bulma, Goku e Vegeta in abiti invernali poichè devono viaggiare verso una landa ghiacciata (questo momento accadrà davvero nel film). Bulma lamenta il freddo e anche Goku lo fa, mentre Vegeta resta calmo. Anzi, il Principe chiede ai due come mai possano avere freddo nonostante gli abiti pesanti indossati e dà loro degli anziani. Bulma accusa la dichiarazione del marito, mentre Goku, nella sua naturalezza, ai suoi occhi appare lecito quanto detto da Vegeta poichè ormai ha una nipote.

Nella terza, ancora, si parla di Broly, ovvero un nuovo Saiyan sopravvissuto che Goku e Vegeta non hanno mai incontrato prima ed è ancora oscuro il suo motivo per essere arrivato sulla Terra.

Nonostante questo, Goku e Vegeta pensano di averlo già visto da qualche parte, ma non ricordano precisamente nè quando e nè dove. Goku ci ragiona un attimo e notando che Broly possiede una cicatrice in volto e ha dei lunghi capelli spinosi lo accosta a Yamcha… e Vegeta asserisce che non sarà tanto forte allora. Nelle vignette vi appare anche Paragas e Broly e il padre di quest’ultimo rivela che nel film si pentiranno di tali parole.

Nell’ultimo e quarto speciale, infine, il protagonista è Paragas che giura vendetta contro il Re Vegeta per aver esiliato il figlio Broly solo per essere un livello di combattimento più elevato del suo Vegeta. Paragas, in più, critica il Re Vegeta e Vegeta per aver lo stesso taglio di capelli, diversamente esalta apertamente la meraviglia che è il suo Broly.

I quattro speciali sono stati scritti e disegnati da Naho Ooishi, autrice è conosciuta per aver realizzato progetti manga in stile “SD” ispirati a Dragon Ball (Battle of Gods SD, Dragon Ball: Episode of Bardack, etc.).

Ecco qui la sinossi dettagliata del film e l’ultimo trailer:

“41 anni fa il Re del Pianeta Vegeta ebbe un figlio divenuto immediatamente celebre come il Principe dei Saiyan Vegeta e orgoglioso per le sue abilità in combattimento che lo rendevano il più forte. Allo stesso tempo, il suo fedele braccio destro dell’esercito, Paragas, è stato anch’egli benedetto dalla nascita di un figlio, Broly, che vantava un insolito potenziale ancora più elevato di quello di Vegeta, pertanto il geloso Re confinò il prodigio Broly in un pianeta distante e oscuro a bordo di una piccola navicella spaziale. Paragas, furioso, tradì il Re Vegeta alla ricerca del suo tanto amato figlio per poi ritrovarlo in un pianeta tempestoso. Disperatamente, il piccolo Broly aveva perso la sua possibilità di tornare a casa dal momento che l’impatto dell’atterraggio aveva rotto i meccanismi della navicella il che significa che lui e Paragas erano stati abbandonati da tutti per decenni e la speranza di un avvenimento positivo era ormai svanita. Nel presente, sulla Terra, sei Sfere del Drago presenti nel laboratorio di Bulma sono state rubate dal resuscitato Freezer per realizzare la sua grande ambizione. Nel frattempo, i pattugliatori dell’armata di Freezer casualmente trovano Paragas e Broly al confine della Galassia e li conducono al cospetto di Freezer, costituendo, così, un battaglione fenomenale. Sorpreso dall’alto livello di combattimento di Broly, Freezer vola verso una landa ghiacciata dove sono ubicate le Sfere. Anche Goku e Vegeta si recano in quello stesso posto per recuperarle, ma prima devono nuovamente affrontare il loro storico nemico Freezer e il formidabile Broly. La battaglia fatale comincia e porta sia Goku e Vegeta a passare alla difensiva dal momento che la forza schiacciante di Broly si evolve costantemente e gradualmente“.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama e sarà il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan.

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui