Il One Piece potrebbe essere qualunque cosa, potrebbe essere dovunque, ma siamo certi, almeno attualmente, di cosa non rappresenterà.

One Piece, il manga del maestro Eiichiro Oda, è ancora distante, man mano che gli anni passano, dalla sua conclusione e a lungo andare una parte dei lettori sta dimenticando che uno degli obiettivi finali dell’opera non è solo vedere il buon caro Rufy arrivare all’Olimpo dei Pirati, ma anche scoprire cosa si cela nel One Piece, ovvero il mitico e misterioso tesoro nascosto da Gol D. Roger, il precedente Re dei Pirati.

Nel corso degli ultimi anni si sono susseguite una serie di teorie relativamente al contenuto del One Piece e gli appassionati sono divisi. C’è chi ritiene che possa essere costituito da un materialismo vero e proprio, altri, invece, in un simbolismo di unione e di crescita tra componenti di una ciurma, in questo caso quella di Cappello di Paglia. Sebbene ogni utente potrebbe creare la propria ipotesi, alla fine non ci si riuscirebbe a trovare un punto di incontro sino a che non sarà lo stesso autore a rivelare il grande mistero.

Al momento, chiaramente, non sappiamo nulla in merito al tesoro, ma Oda ha svelato in precedenza cosa non rappresenterà il One Piece.

Nel lontano 2014 l’autore si era avvicinato professionalmente a Momoko Sakura (deceduta ad agosto del 2018), illustratrice di manga e celebre per aver scritto e disegnato Chibi Maruko-chan. L’illustratrice festeggiava i suoi 30 anni di carriera e la figlia di Oda era molto appassionata del manga della Sakura e pertanto anche Oda ha avuto l’occasione di incontrarla. I due autori si tenevano spesso in contatto e la Sakura si era appassionata a One Piece tanto che aveva dichiarato Silvers Rayleig come suo personaggio preferito.

Successivamente i due autori con le rispettive famiglie hanno avuto occasione di incontrarsi faccia a faccia e in quell’occasione l’illustratrice aveva chiesto ad Oda se avesse già pianificato il finale di One Piece. L’autore dei manga dei record, in tutta risposta, dichiara che ha già deciso come finirlo e se volesse sapere qualcosa in anteprima.

La Sakura avrebbe voluto sapere, ma probabilmente era meglio di no. Tuttavia, la mangaka gli chiese se il One Piece non fosse solo qualcosa legato alla crescita che hanno vissuto i cuori dei personaggi nel corso di tutti questi anni. Ed ecco come rispose Oda:

No, no. Non concluderò con qualcosa alla Mago di Oz. Dopo aver narrato e vissuto una grande avventura come questa, sarebbe ingiusto non dare loro una ricompensa“.

Attraverso queste dichiarazioni, pertanto, possiamo ipotizzare che Oda non ha intenzione di riassumere il contenuto del One Piece come qualcosa di onirico o, ancora, come la materializzazione improvvisa di una sorta di legame tra i componenti della ciurma di Rufy. Con quelle parole possiamo dedurre che il One Piece sarà qualcosa e che dentro vi sarà qualcos’altro, ma ancora oggi non ci è dato saperlo.

Fonte: OPP

telegra_promo_mangaforever_2

5 Commenti

  1. Per me non è nessuna delle due il one piece simboleggia un unico pezzo ovvero nucleo familiare composto da singole persone a creare un unico pezzo intatto di amore , ciò che aveva gold , ciò che voleva barbabianca ciò che non ha portato a massimo compimento dragon e ciò che avranno rubber e boa hancock e ciò che avrà sanji con nami, una famiglia questo simboleggia il one piece. Unico pezzo intatto di puro amore che non va cercato come denaro ma creato ed è ben diverso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui