La vera identità del ninja mascherato sembra convergere verso un’unica via.

ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER.

La serie manga di Boruto: Naruto Next Generations, scritta da Ukyo Kodachi, disegnata da Mikio Ikemoto ed edita e supervisionata da Masashi Kishimoto, è nel cuore dell’arco narrativo di Kawaki e la pace per il mondo dei ninja si fa sempre più vicina alla conclusione ora che si è stabilita sempre più prepotentemente la nuova organizzazione di cattivi che prende il nome di Kara. L’obiettivo di tale gruppo, oltre che plasmare a propria immagine il mondo ninja, è quello di rimettere le mani su Kawaki che al momento vive a Konoha in casa del Settimo Hokage, il nostro caro Naruto Uzumaki.

Uno dei membri più influenti e che ha avuto maggiori occasioni per svelare un po’ della sua personalità, dei suoi poteri e del suo mistero è Kashin Koji. L’individuo mascherato dai capelli bianchi è, appunto, il mistero più caldo della serie e i motivi attualmente sono molteplici. Innanzitutto, ricordiamo, è un ninja che può ricorrere alla Tecnica del Richiamo dei Rospi, al Rasengan e nel primo incontro con Boruto egli lo nomina “Boruto-kun”, dando l’impressione di conoscerlo… oppure di conoscere i suoi genitori Naruto e Hinata.

Il mistero del ninja mascherato si è sempre fatto più fitto quando, nel corso delle ultime settimane in Giappone, è stato pubblicato il nuovo capitolo della serie, il numero 28. Il capitolo, in particolare nel finale, mostra lo stesso Koji e la sua compagna di squadra, Delta, alle porte del Villaggio della Foglia pronti ad introdursi per recuperare il giovane Kawaki.

Prima dell’infiltrazione, Kashin Koji dichiara a Delta che nel Villaggio della Foglia c’è il clan Yamanaka (famiglia di Ino) che vanta dei ninja capaci di registrare il chakra di tutti coloro che immediatamente lasciano o si introducono nel Villaggio della Foglia. Difatti, se un individuo non registrato dovesse introdursi, immediatamente risuonerebbe l’allarme dal momento che il clan Yamanaka in un batter d’occhio, grazie alle tecniche sensitive, identificherebbe l’intruso.

Delta, in maniera perspicace, dichiara che dunque sarà complicato addentrarsi. Koji è concorde e proprio per questo motivo lei dovrà rimanere fuori dal Villaggio, mentre il mascherato dai capelli bianchi si getta a capofitto dalle immense porte del Villaggio e si introduce nel territorio di Konoha. Il capitolo si conclude con Kashin Koji intento a ritrovare Kawaki, ma la sorprendente constatazione è che, sebbene Koji sia ora al Villaggio nessun allarme sta risuonando, dando così l’impressione che il villain ci sia stato almeno una volta e che il suo chakra è registrato.

Il mistero sull’identità di Koji si fa sempre più fitto e al momento non vi sono certezze su chi possa essere, ma diverse teorie conducono al ritorno di Jiraiya, il maestro e padrino di Naruto che è morto nella battaglia contro Pain.

Gli indizi che conducono a Jiraiya sono molteplici: nomina Boruto come se lo conoscesse, ha capelli bianchi, possiede marchi rossi attorno agli occhi, può ricorrere al Rasengan, alla Tecnica di Richiamo dei Rospi e ora può introdursi a Konoha come una persona non sconosciuta. Che possa davvero trattarsi di Jiraiya? Gli indizi sembrano convergere su di lui, ma il personaggio è stato protagonista di una delle morti più iconiche e significative della serie, pertanto sarebbe una completa rovina introdurre il personaggio, per giunta in veste da villain. Teoricamente non ci sono modi che possa trattarsi di Jiraiya, a meno che non sia stata applicata una versione di tecnica dei resurrezione più avanzata su di lui.

Il franchise di Naruto non è estraneo ai misteri e personaggi mascherati, pertanto restiamo in attesa di aggiornamenti… e che non Koji non possa essere Jiraiya!

Potete guardare Kashin Koji nella copertina del volume numero 6 del manga (pubblicato in Giappone il 4 ottobre 2018). Ecco a voi:

Boruto: Naruto Next Generations è un manga disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 28 capitoli, e i primi 23 sono raccolti in 6 volumi.

In Giappone sono stati pubblicati cinque romanzi di Boruto i quali ispirano l’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non ha raggiunto gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 5 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, prodotta da Studio Pierrot e trasmessa ogni giovedì su TV Tokyo, ha raggiunto gli 81 episodi.

Naruto, invece, è stato realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014 all’interno della rivista Weekly Shonen Jump (Shueisha). Con 700 capitoli pubblicati e 72 volumi totali, l’opera è interamente disponibile in Italia sotto l’etichetta di Planet Manga. La due serie animate che hanno trasposto il manga, ovvero Naruto e Naruto Shippuden, inglobano in totale ben 720 episodi e l’ultimo è stato trasmesso il 23 marzo 2017. In Italia Naruto è stato trasmesso interamente, mentre la serie “Shippuden” è attualmente in corso di trasmissione su Italia 2 dal 17 settembre 2018 con i nuovi episodi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui