Dragon Ball Super – Broly: Broly sarà un nemico non malvagio

Pubblicato il 11 Novembre 2018 alle 09:30

Nell’imminente nuovo lungometraggio animato Broly ritornerà per restare… a quanto pare.

Pochi giorni ci separano dalla premiere internazionale di Dragon Ball Super: Broly prevista la prossima settimana in quel di Tokyo, ovvero il 13 novembre 2018, e per scaldare gli animi degli spettatori è stato svelato il trailer finale del film di animazione di Akira Toriyama. Lo riproponiamo di seguito:

Il primo progetto cinematografico a confluire nella serie “Super” presenterà il ritorno di un importante nemico che, dopo tre produzioni precedenti, è stato reinventato completamente ed ufficializzato da Akira Toriyama, Broly. Conosciamo benissimo il Saiyan, ma Akira Toriyama ha pensato di rintrodurlo con una storia inedita che, sebbene potrebbe presentare tantissimi riferimenti alle prime tre produzioni cinematografiche, d’altro canto potrebbe anche rivelare tantissime sorprese che gli appassionati della serie nemmeno metterebbero in conto.

Abbiamo conosciuto Broly come il Saiyan della Leggenda, il cattivo senza un punto di non ritorno e distruttore di ogni cosa. Il ritorno di Broly sarà il medesimo dei precedenti apparsi sino ad ora? A giudicare da quanto svelato, Broly combatterà selvaggiamente contro i nostri eroi e metterà in subbuglio la pace, ma qualcosa di diverso potrebbe germogliare nel figlio di Paragas. In altre parole il nuovo Broly pensato da Akira Toriyama potrebbe non essere un cattivone come ci aspettiamo e che, quindi, una possibilità di redenzione potrebbe palesarsi nel futuro dell’amato personaggio.

Difatti secondo i dialoghi dell’ultimo trailer svelato, tradotti recentemente da Herms98, anticipano dei dettagli sul personaggio dichiarati prima da Goku e poi da Chelye, uno dei personaggi originali realizzati appositamente per il film.

Goku nel trailer dichiara a Broly che quest’ultimo non è un tipo cattivo e che ne è sicuro. In una scena separata, invece, Chelye rivela che Broly non sta combattendo perchè lo vuole lui.

I dialoghi sono confermati ed ufficiali dal momento che provengono dal trailer, pertanto che l’imminente film animato non terminerà con la solita sconfitta del cattivone di turno? Che il nuovo Broly possa seriamente avere una possibilità di redenzione e, magari in futuro, allearsi con i guerrieri Z? Sarebbe uno sconvolgimento di grandi proporzioni che dividerebbe i fan e che non avrebbe assolutamente nulla a che vedere con il concetto di canonicità, ma di lealtà verso i precedenti progetti cinematografici.

Recentemente abbiamo anche appreso che nel nuovo film Broly combatte spinto dal dolore, una tematica che non era stata presentata precedentemente. Broly era sempre stato presentato come un individuo senza sentimenti. Che la redenzione di Broly potrebbe anche essere alimentata dal fatto che agisce nel nome di un obiettivo ricoperto dal sentimento del dolore?

AGGIORNAMENTO.

Sebbene fino ad ora il tutto era composto da diversi suggerimenti che convogliavano verso un’unica direzione, adesso ne possediamo la certezza e possiamo confermare che Broly sarà un nemico in Dragon Ball Super: Broly, ma non malvagio.

A dichiarare tali parole non è stata Toei Animation, non è stato il regista Tatsuya Nagamine e nemmeno Akira Toriyama, ma colui che ora come ora conosce meglio il personaggio, ovvero lo storico doppiatore giapponese Bin Shimada.

Shimada, attraverso la mini-intervista per il sito web ufficiale di Dragon Ball, ha dichiarato che Broly sarà il nemico di Goku, ma decisamente non malvagio e lo stesso doppiatore ha dato tutto se stesso in questo ruolo. La traduzione della dichiarazione proviene dallo stesso Herms89:

Pertanto, fan di Dragon Ball, ora è certo. Il nuovo Broly non sarà la stessa macchina da guerra che abbiamo conosciuto e dentro di sè possiederà una coscienza. Adesso, chissà se in una nuova serie animata di Dragon Ball Super il Saiyan non entri nel gruppo regolare dei nostri eroi…

La premier del film si terrà il 14 novembre 2018 in quel di Tokyo e solo 1000 fortunati potranno visionarla. A dicembre, attraverso la rivista manga Saikyo Jump di Shueisha, sarà pubblicato un manga promozionale dedicato a Dragon Ball Super: Broly. Il 14 dicembre 2018, invece, Shueisha pubblicherà la light novel ispirata al film animato. In Italia la pellicola è momentaneamente inedita.

41 anni fa il Re del Pianeta Vegeta ebbe un figlio divenuto immediatamente celebre come il Principe dei Saiyan Vegeta e orgoglioso per le sue abilità in combattimento che lo rendevano il più forte. Allo stesso tempo, il suo fedele braccio destro dell’esercito, Paragas, è stato anch’egli benedetto dalla nascita di un figlio, Broly, che vantava un insolito potenziale ancora più elevato di quello di Vegeta, pertanto il geloso Re confinò il prodigio Broly in un pianeta distante e oscuro a bordo di una piccola navicella spaziale. Paragas, furioso, tradì il Re Vegeta alla ricerca del suo tanto amato figlio per poi ritrovarlo in un pianeta tempestoso. Disperatamente, il piccolo Broly aveva perso la sua possibilità di tornare a casa dal momento che l’impatto dell’atterraggio aveva rotto i meccanismi della navicella il che significa che lui e Paragas erano stati abbandonati da tutti per decenni e la speranza di un avvenimento positivo era ormai svanita. Nel presente, sulla Terra, sei Sfere del Drago presenti nel laboratorio di Bulma sono state rubate dal resuscitato Freezer per realizzare la sua grande ambizione. Nel frattempo, i pattugliatori dell’armata di Freezer casualmente trovano Paragas e Broly al confine della Galassia e li conducono al cospetto di Freezer, costituendo, così, un battaglione fenomenale. Sorpreso dall’alto livello di combattimento di Broly, Freezer vola verso una landa ghiacciata dove sono ubicate le Sfere. Anche Goku e Vegeta si recano in quello stesso posto per recuperarle, ma prima devono nuovamente affrontare il loro storico nemico Freezer e il formidabile Broly. La battaglia fatale comincia e porta sia Goku e Vegeta a passare alla difensiva dal momento che la forza schiacciante di Broly si evolve costantemente e gradualmente“.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama e sarà il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan.

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

Articoli Correlati

Sir Gawain e il Cavaliere Verde arriva nel nostro paese direttamente in streaming su Amazon Prime Video; nuova storia tutta...

18/11/2021 •

10:00

The Matrix Resurrections, quarto film della serie delle sorelle Wachowski, uscirà a Natale negli USA e il 1 Gennaio 2022 in...

18/11/2021 •

09:39

Diego Tinoco (On My Block), l’attore che interpreta Ikki /Nero di Phoenix nel live action Saint Seiya – Knights of...

18/11/2021 •

09:20