Videogiochi: per l’ex ministro Calenda sono causa dell’ignoranza giovanile

Pubblicato il 4 Novembre 2018 alle 12:00

L’esponente politico non ha risparmiato le sue critiche al mondo videoludico

Su Twitter l’ex ministro ha senza remore affermato che i videogiochi in casa sua non entrano, dati gli effetti che a suo dire questi hanno sui ragazzi che ci giocano…

Il tweet, che tra l’altro è stato scritto senza sollecitazione alcuna da altri utenti in relazione all’argomento videogiochi, ha ovviamente sollevato polemiche da parte dei videogiocatori giovani o meno giovani, che hanno contestato l’affermazione così perentoria del politico:

Tuttavia c’è anche chi sosiente la tesi dell’ex ministro:

Alla fine la discussione trascende con alcuni utenti:

Così alla fine cerca di calmare la situazione con una frase un po’ più conciliante e meno dura:

La polemica non si è ancora sopita, dato che è stata ripresa sia da testate nazionali sia da siti specialistici di videogiochi, i cui utenti non hanno ovviamente preso bene  la opninione di Calenda, il quale si era espresso a titolo personale nei riguardi della sua famiglia; ciò non toglie che una affermazione così netta rischi di fare di tutta l’erba un fascio, mischiando situazioni personali e problematiche che non hanno alcuna causa in comune.

Voi che ne pensate?

 

Articoli Correlati

Mentre è finalmente approdata su Netflix Strappare lungo i bordi la prima serie animata di Zerocalcare (leggete qui la nostra...

17/11/2021 •

15:10

Le voci di corridoio riportate ad inizio anno che indicavano una nuova serie originale sul maghetto più famoso del grande...

17/11/2021 •

13:17

Mai giudicare un libro dalla copertina, ma anche una serie spesso solo dai primi episodi, soprattutto se pensata per una...

17/11/2021 •

12:49