Marvel Studios, Kevin Feige svela i veri beneifici delle scene post-crediti

Pubblicato il 1 Novembre 2018 alle 18:00

Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha parlato dei veri benefici delle tradizionali scene post-crediti.

Durante la premiazione ai 2018 Britannia Awards, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha parlato dei benefici dati dalle scene post-crediti, ormai vero e proprio marchio di fabbrica di tutti i film del Marvel Cinematic Universe.

“I film uniscono gli spettatori, ma anche tutte le persone che lavorano dietro le quinte per la realizzazione. Sin dall’inizio, i Marvel Studios hanno realizzato delle scene post-crediti per i film Marvel e i fan le adorano, perché anticipano qualcosa dei film a venire. Il vero beneficio però è che, per guardarla, la gente rimane seduta e ha modo di leggere tutti i nomi delle persone che hanno lavorato duramente al film in questione. Da bambino, vedere i crediti mi ha ispirato tantissimo e spero che questo possa succedere, oggi, ad altre persone”.

Durante la cerimonia inoltre, Feige ha parlato a Variety Friday di come verranno narrate le origini di Captain Marvel nel prossimo film stand-alone.

“E’ un film ambientato negli anni ’90 e, nonostante introduca Captain Marvel e sveli le sue origini, lo farà in un modo mai visto prima che non vediamo l’ora di svelare al pubblico” spiega Feige “Anna Boden e Ryan Fleck hanno perfettamente unito le forze alla regia, Brie Larson ha fatto un lavoro tremendamente fenomenale e Jackson anche, porterà sullo schermo un Fury totalmente inedito. Tutto il cast è stato fantastico”

Tempo fa, la rivista Entertainment Weekly ha dedicato ampio spazio del nuovo numero a Captain Marvel film che, come sappiamo, sarà ambientato quasi totalmente nello spazio. Alla rivista, sempre il presidente dei Marvel Studios  ha parlato del ritardo nell’introdurre un personaggio principale di sesso femminile.

“Ci sono molte ragioni del perché solo ora, dieci anni dopo il primo Iron Man e l’inizio del MCU, venga portato sul grande schermo un personaggio principale di sesso femminile” spiega Feige “Avevamo l’errata idea che un film del genere non potesse funzionare. In realtà, molti film avevano fallito non per la presenza di un personaggio femminile come protagonista, quanto semplicemente perché non erano dei buoni prodotti”. Probabilmente, in questo pensiero c’entrano molti i film dell'”antagonista” DC Comics, ovvero Catwoman prima (un flop) e Wonder Woman poi, che invece ha dimostrato quanto il pubblico sa apprezzare film basati sulle eroine.

Più volte lo stesso Feige ha sottolineato come la nuova fase del MCU darà grande spazio alle eroine: su questa linea, il regista di Ant-Man Peyton Reed, vorrebbe The Wasp alla guida di una versione degli Avengers tutta al femminile, dopo che la stessa Evangeline Lilly ha parlato dell’eventualità di un film stand-alone con tutte le eroine Marvel.

“Mi piacerebbe vederla gestire la situazione, un gruppo di Avengers formato da sole eroine. So che  Evangeline (Lilly, attrice che veste i panni del personaggio, ndr) pensa che probabilmente il ruolo di leader spetterebbe in caso a Captain Marvel, ma Hope van Dyne è una donna di scienza, oltre ad essere una stratega e un leader. Ha parecchie delle qualità che servono per guidare gli Avengers” le parole del regista all’Huffington Post.

(via CB)

Articoli Correlati

Netflix ha pubblicato una video intervista a Fairouz Ai, doppiatrice originale di Jolyne Cujoh nell’anime Le Bizzarre...

08/12/2021 •

11:44

La seconda stagione di Superman & Lois debutterà sul network statunitense The CW Martedì 11 Gennaio 2022. Di seguito il...

08/12/2021 •

09:29

Colin Farrell sarà il Pinguino non solo nel film cinematografico The Batman, ma anche in una nuova serie spin-off di HBO Max...

08/12/2021 •

08:55