Dragon Ball non è solo anime e manga, ma è anche protagonista di popolari giochi per dispositivi mobili con acquisti in-app, come Dragon Ball Z Dokkan Battle.

Il quotidiano Asahi Shimbun ha riferito l’arresto in Giappone di sette persone coinvolte in frode nei confronti dell’app mobile Dragon Ball Z Dokkan Battle.

La polizia della prefettura di Gifu ha arrestato sette persone collegate alla vendita di una app non autorizzata per il gioco, che veniva utilizzata per acquistare gratuitamente i beni in-app.

L’età degli individui arrestati è varia, essendo coinvolti anche uno studente di scuola superiore e un uomo di 44 anni, e ognuno è accusato di qualcosa di diverso. Uno è stato arrestato per aver venduto l’app, uno per l’acquisto, uno per la vendita di informazioni su dove le parti interessate potevano trovare l’app e due persone per aver pagato per tali informazioni. Un altro soggetto è stato arrestato per aver fornito un servizio proxy per gli acquisti e un altro è stato arrestato per aver utilizzato quel servizio.

Gli acquisti in-app sono principalmente orientati verso l’acquisizione di nuovi personaggi da utilizzare nel gioco: pagando denaro reale si acquista valuta virtuale, con cui si possono acquistare oggetti (c.d. loot box) che possono anche comprendere nuovi personaggi da utilizzare nel gioco.

Questa forma di acquisto di personaggi è stata considerata come gioco d’azzardo dalla Commissione di gioco belga, e Dragon Ball Z Dokkan Battle ha cessato anche gli acquisti in-app in Brasile per conformarsi alle sue leggi sul gioco d’azzardo. Dragon Ball Z Dokkan Battle è attualmente disponibile per l’acquisto su iOS e Android negli Stati Uniti e in altri territori e presenta acquisti in-app.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui