Broly ritornerà in Dragon Ball Super e narrerà una storia pensata da Akira Toriyama. Una delle tecniche pare essere ispirata ad una storica del franchise. Sarà davvero così? Ne parliamo qui.

Attraverso il web apprendiamo nuovi dettagli relativamente a Dragon Ball Super: Broly, il film animato scritto da Akira Toriyama e prodotto da Toei Animation che vedrà il tanto atteso debutto in Giappone il 14 dicembre 2018.

Come sappiamo il film d’animazione darà il bentornato al personaggi di Broly, come cattivo ovviamente, e l’unica differenza è che questa volta il personaggio è stato completamente reinventato da Akira Toriyama in persona. Difatti ora è un personaggio canonico della serie di Dragon Ball Super e non ci si riferisce più a lui come un Super Saiyan della Leggenda, ma come un misterioso e nuovo nemico per i nostri eroi.

Se il personaggio è stato reinventato,sebbene mantenendo  quel po’ di scheletro delle prime apparizioni, allora vuol dire che anche le sue evoluzioni e le sue tecniche devono seguire le stesse orme. E pare che vi è coerenza in tal caso.

Broly, nel film, vanterà due evoluzioni: la modalità Super Saiyan (dai capelli biondi) e la forma finale (Full Power) che si rivela essere molto possente e massiccia. Dal punto di vista propriamente di design è vicina a quella del Super Saiyan Leggendario. Sul web è apparsa un’informazione pubblicitaria che ci rivela dettagli, appunto sulla forma finale di Broly. Ecco di seguito cosa ha pensato Akira Toriyama:

E’ una gigantesca e potente trasformazione generata da un intenso dolore e costituita da occhi senza pupille e una forma muscolare possente! Broly si evolve in un demone e si dichiara essere il solo e unico Saiyan evoluto?!

Forma a piena potenza di Broly.

E non solo l’evoluzione finale a piena potenza… pare che anche le tecniche di Broly saranno reinventate. Difatti, secondo un promo proveniente da Super Dragon Ball Heroes (nell’ultimo aggiornamento introduce eventi dedicati all’imminente film) possiamo vedere Broly nella sua forma Super Saiyan mentre esegue una tecnica che, a giudicare dal movimento di esecuzione e dal raggio, pare essere una versione tutta personale ispirata alla Kamehameha di Goku.

Chiaramente non è detto che tale tecnica venga riproposta nel film animato, ma non è da escludere a priori. Che Broly scaglierà la sua potenza attraverso una tecnica simile alla Kamehameha? O si affiderà solo ed esclusivamente al suo Distruttore di Omega? Lo scopriremo solo con il lungometraggio, ma per ora considerate tale aggiornamento come un rumor.

Il promo recita, “la storia sconosciuta di un Saiyan”. Eccolo qui a voi:

41 anni fa il Re del Pianeta Vegeta ebbe un figlio divenuto immediatamente celebre come il Principe dei Saiyan Vegeta e orgoglioso per le sue abilità in combattimento che lo rendevano il più forte. Allo stesso tempo, il suo fedele braccio destro dell’esercito, Paragas, è stato anch’egli benedetto dalla nascita di un figlio, Broly, che vantava un insolito potenziale ancora più elevato di quello di Vegeta, pertanto il geloso Re confinò il prodigio Broly in un pianeta distante e oscuro a bordo di una piccola navicella spaziale. Paragas, furioso, tradì il Re Vegeta alla ricerca del suo tanto amato figlio per poi ritrovarlo in un pianeta tempestoso. Disperatamente, il piccolo Broly aveva perso la sua possibilità di tornare a casa dal momento che l’impatto dell’atterraggio aveva rotto i meccanismi della navicella il che significa che lui e Paragas erano stati abbandonati da tutti per decenni e la speranza di un avvenimento positivo era ormai svanita.
Nel presente, sulla Terra, sei Sfere del Drago presenti nel laboratorio di Bulma sono state rubate dal resuscitato Freezer per realizzare la sua grande ambizione. Nel frattempo, i pattugliatori dell’armata di Freezer casualmente trovano Paragas e Broly al confine della Galassia e li conducono al cospetto di Freezer, costituendo, così, un battaglione fenomenale. Sorpreso dall’alto livello di combattimento di Broly, Freezer vola verso una landa ghiacciata dove sono ubicate le Sfere. Anche Goku e Vegeta si recano in quello stesso posto per recuperarle, ma prima devono nuovamente affrontare il loro storico nemico Freezer e il formidabile Broly. La battaglia fatale comincia e porta sia Goku e Vegeta a passare alla difensiva dal momento che la forza schiacciante di Broly si evolve costantemente e gradualmente“.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama e sarà il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan.

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui