Dal 1999, anno di uscita nelle sale cinematografiche di tutto il mondo di Matrix, gli appassionati si chiedono quale sia il significato del criptico e ormai celeberrimo codice di Matrix. Dopo 19 anni, il mistero è stato finalmente svelato.

I minuti iniziali di Matrix sono davvero spiazzanti, per chi guarda questo cult movie per la prima volta: sullo schermo viene infatti mostrata una cascata di strani simboli verdi su uno sfondo nero, che, verrà spiegato in seguito nel film, è il cosiddetto “Codice di Matrix”, ovvero il linguaggio di programmazione con cui è stata creata la neurosimulazione interattiva (per usare le parole di Morpheus) in cui l’umanità è stata intrappolata dalle macchine conosciuta con il nome di “Matrix”.

Tuttavia, guardando con un po’ di attenzione questi simboli potrete notare che si tratta di caratteri giapponesi: sono presenti infatti entrambi gli alfabeti, hiragana (per le parole giapponesi), katakana (usato per trascrivere parole in altre lingue) e kanji (gli ideogrammi ripresi dalla lingua cinese). Le sorelle (all’epoca fratelli) Wachowski, che hanno diretto l’intera trilogia di Matrix, hanno scelto di mostrare questo codice in apertura di tutti e tre i film di questa saga fantascientifica, al punto da esserne diventata un simbolo e un tratto distintivo molto ben conosciuto.

Ma qual è il significato dietro il codice di Matrix? Beh, a quanto pare sembra che siamo stati presi tutti in giro per anni! L’uomo che lo ha creato è Simon Whiteley, che ha lavorato come designer alla produzione per il film. In una intervista molto recente, Whiteley ha finalmente rivelato le origini del codice: si tratta semplicemente di ricette di sushi tratte dai libri di cucina giapponese di sua moglie! 

Ecco quanto dichiarato dallo stesso Whiteley:

“Vorrei dire a tutti che il codice di Matrix è fatto da ricette di sushi. Senza quel codice, Matrix non esisterebbe.”

Dopo tanti anni di tentativi di decodificazione del codice di Matrix da parte di così tanti fan e appassionati, ecco finalmente svelata la verità! Ironicamente, però, l’uomo che ha creato quello che è il tratto più distintivo del franchise di Matrix non è stato citato fra i credits del film!

Fonti: CNetVice.

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui