L’autore rievoca una toccante e tenera scena tra madre e figlio del manga basata sulla sua vita personale.

Kohei Horikoshi, l’autore che scrive e disegna My Hero Academia, non solo vanta di una profonda professionalità, ma anche di umiltà e di dolcezza d’animo e questi rari valori convogliano anche nella sua stessa opera manga che in Italia è edita da Star Comics.

Recentemente l’autore ha tenuto un’intervista e nel corso dell’argomentazione, fra gli altri spunti, ha dichiarato che la sua vita personale, in particolar modo la sua infanzia, ha influenzato molto spesso la storia di My Hero Academia. Almeno in alcuni frangenti della narrazione e dove non vi sono combattimenti estremi, si intende. Horikoshi ha dichiarato che un momento davvero toccante della sua opera è ispirata ai suoi momenti di gioco con la sua mamma quando era bambino e il solo fatto di essersi basato alla sua vita per scrivere un’opera di importanza internazionale lo ha travolto di ricordi e profonde emozioni.

Ecco le parole dell’autore nello specifico quando gli è stato chiesto se le scene sono in parte ispirate alla sua vita personale:

Ce ne sono davvero molte. Ad esempio nell’11° volume quando Deku, nella sua età da bambino, gioca in casa con la sua mamma e quest’ultima finge di aver bisogno di un eroe che la salvi da un malvagio. Deku in seguito arriva in suo aiuto vestito con l’outfit da eroe di All Might.
In verità io ero solito fare allo stesso modo quando da piccolo giocavo con mia mamma al parco giochi. Chiamavamo il gioco ‘Il Re della Giungla’. Mia madre si introduceva nella giungla tematica e urlava, ‘Per favore salvami, Leo’, ovvero il nomignolo con cui mi identificavo quando giocavamo insieme“.

Horikoshi stesso, pertanto, ha ammesso di aver pianto mentre disegnava la scena di Izuku e la mamma mentre giocavano insieme dal momento che gli ricordava la sua infanzia al parco giochi.

E’ impresso in me il ricordo di Leo e di giocare con mia madre al parco giochi, pertanto ho voluto includere questa sensazione e questo ricordo nel manga. Nei panni dei lettori, probabilmente è una scena che non rappresenta chissà cosa, ma per me, lo ammetto, ho piano mentre ho scritto quella scena“.

Ecco la scena a cui si riferisce l’autore (brevissima, ma di impatto per chi conosce la storia di Midoriya e del suo sogno di diventare il migliore eroe di tutti):

L’unica falsità nelle dichiarazioni è presente nel momento in cui Horikoshi pensa che i lettori non siano rimasti colpiti da tale avvenimento. Avete pianto anche voi in quel prezioso momento madre-figlio?

MY HERO ACADEMIA è un manga scritto e disegnato da Kohei Horikoshi dal 7 luglio 2014. Attualmente sono stati pubblicati 202 capitoli settimanali e i primi 188 sono stati raccolti in 20 volumi. Il 21° arriverà a dicembre 2018. In Giappone è edito da Weekly Shonen Jump (Shueisha). In Italia i diritti del manga sono stati acquistati da Edizioni Star Comics con 16 volumi disponibili.

Il manga ha sperimentato la trasposizione di tre serie animate con 63 episodi totali trasmessi e la quarta stagione è in produzione. In Italia è possibile guardarle gratuitamente, legalmente, e con sottotitoli in Italiano sulla piattaforma streaming VVVVID (Dynit). Dal 17 settembre 2018 Mediaset, attraverso Italia 2, trasmette la serie animata in chiaro e doppiaggio in italiano.

Il primo lungometraggio, “My Hero Academia – The Movie: Two Heroes“, è uscito in Giappone il 3 agosto 2018 e vanta la collaborazione attiva di Kohei Horikoshi stesso.

In un mondo in cui essere supereroi è la normalità, nascere senza particolari poteri equivale a una vera e propria disgrazia! Izuku Midoriya dovrà mettercela tutta per ottenere un superpotere, e nonostante l’impresa sembri impossibile qualcuno finirà per notare le sue capacità…
Tutto è cominciato con la notizia della nascita di un “bambino luminoso”, e da quel momento la Terra si è popolata di “Heroes”, comportando un riassetto globale di ogni aspetto della vita… Come sarà la scuola in un mondo del genere?!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui