La cancellazione della serie da parte  di Netflix ha preso alla sprovvista tutti, ma i motivi dietro la decisione potrebbero anche essere positivi per lo sviluppo del personaggio.

La prima stagione di Iron Fist non ha entusiasmato il pubblico, a differenza delle altre serie Netflix, ma la recente seconda stagione sembrava aver gettato le basi per un futuro ben diverso per il personaggio; per questo, la decisione da parte di Netflix di cancellare Iron Fist ha lasciato perplessi quasi tutti, sia per la tempistica con cui è arrivata (a meno di un mese dalla distribuzione della nuova stagione) sia perché è il primo caso di una cancellazione Marvel/Netflix.

Quali sono i motivi della decisione dunque: la mancanza di fiducia verso il personaggio? I giudizi negativi della critica? Entrambe le ipotesi risultano poco probabili e, ad aumentare i dubbi, ci ha pensato la stessa pagina ufficiale della serie, con un post enigmatico e suggestivo:

Come vediamo, sia nell’immagine che nella didascalia, è evidente la volontà di comunicare al pubblico che la storia dell’immortale Iron Fist non finisce di certo qui. La parte più suggestiva del messaggio è però il link, che rimanda all pagina del fumetto Typhoid Fever: Iron Fist (2018) #1Protagonista della storia, nemmeno a dirlo, Typhoid Mary (o Mutant Zero) alias Mary Alice Walker (interpretata da Alice Eve), personaggio che abbiamo potuto apprezzare nella seconda stagione proprio di Iron Fist. Nella storia, Danny Rand si unisce a Spider-Man e gli X-Men per fronteggiare la minaccia e questo, ai più ottimisti, fa sperare in un prossimo futuro del personaggio di Finn Jones nel Marvel Cinematic Universe, prossimo ad abbracciare finalmente anche gli X-Men (dopo l’acquisto di Fox da parte della Disney).

Ecco quindi che, basandoci su questa ipotesi, tutto prenderebbe senso: serie chiusa per trasportare il personaggio sul grande schermo, realizzando qualcosa di simile a quanto visto in The Defenders (crossover parecchio apprezzato dai fan). Se questo scenario diventasse davvero realtà, in pochi forse si dispererebbero della chiusura della serie…

Tralasciando questa suggestiva ipotesi, recentemente EW ha confermato che il personaggio continuerà comunque ad esistere nell’universo Marvel/Netflix, continuando quindi ad apparire nelle serie che già conosciamo (e magari, chissà, verrà approfondito il rapporto con Luke Cage).

Questo il comunicato congiunto sia di Marvel che di Netflix: “Marvel’s Iron Fist non ritornerà su Netflix per una terza stagione. Tutti sia in Marvel Television che a Netflix sono molto orgogliosi del lavoro svolto sulla serie, dell’incredibile cast, della crew e degli showrunner, e siamo altrettanto grati ai fan che hanno guardato le due stagioni anche per il legame che abbiamo potuto così condividere. La serie su Netflix è terminata ma l’immortale Iron Fist continuerà a vivere.”

Anche Finn Jones, protagonista nei panni di Danny Rand, ha voluto ringraziare tutti colori i quali hanno lavorato in questi anni alla produzione della serie, sottolineando come la storia dell’immortale Iron Fist non sia di certo finita qui: “Ogni fine è anche un inizio. Ho un amore infinito per coloro che hanno lavorato alle due stagioni di Iron Fist. Ho difeso la più grande città del mondo circondato dalle persone più talentuose e accoglienti è stato una gioia e un privilegio. Sono stato fortunato nell’aver potuto compiere questo viaggio e grande infinite per il supporto.”

(via CB)

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. La serie ha avuto una seconda stagione per rimediare a tutto lo schifo che han fatto, ma i progressi compiuti, seppur progressi, non son stati sufficienti e si vede. Non vedo il senso di continuare una serie cosí, il problema principale riguardava sempre uno screenplay romanzato e superfluo, con dialoghi pre impostati e personaggi stereotipati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui