Classifica Comics USA settembre 2018: Wolverine batte Batman, il trend rimane positivo

↓ Articolo multipagina ↓
Tutti i dati di vendita del mercato americano per il mese di settembre 2018.

Il mese di agosto ci aveva consegnato una fotografia del mercato americano che evidenziava due importanti tendenze: la prima si concretizzava nel quarto mese sugli ultimi cinque in ordine cronologico in cui il mercato faceva registrare un andamento tutto sommato positivo, la seconda, più interessante, invece era legata alla fisiologica diminuzione di produzione di fumetti – in senso fisico – che però non corrispondeva ad un calo dei guadagni. In poche parole si vendono/spediscono meno fumetti e quelli venduti devono far quadrare i bilanci – per approfondire i dati di agosto cliccate QUI.

Settembre conferma il trend positivo, dove per positivo si intende una relativa stabilità del mercato, facendo registrare, rispetto a settembre 2017, un rialzo del 3.84% per dollari guadagnati complessivamente. Per assurdo le percentuali di settembre sono però in netto calo rispetto ad agosto che però era un mese composto da 5 settimane.

In definitiva settembre può considerarsi un altro mese di “crescita” che compensa la disastrosa prima metà del 2018: il terzo quadrimestre dell’anno infatti fa registrare un +7.44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, graphic novel e volumi un +1.95%, per un totale combinato di un +5.81%.

In soldoni le vendite dei primi nove mesi del 2018 sono a -0.55% che tradotto significa che le perdite accumulate nei primi 6 mesi dell’anno sono state dimezzate per il terzo mese di fila.

E’ sempre la Marvel a guidare il mercato con percentuali in leggero calo rispetto al mese scorso ovvero il 39.86% per dollari guadagnati e il 43.24% per fumetti venduti. Lo scarto, seppur minimo, lo rosicchiano la DC che vede le sue percentuali in leggera crescita questo mese – 29.06% e 32.76% rispettivamente – e soprattutto Image che risale, dopo parecchi mesi, la china assestandosi poco oltre il 10% – 10.13% e 8.74% – vedremo se la situazione si stabilizzerà o sarà un fuoco di paglia per la la Grande I.

Da segnalare un importante cambio al quarto gradino: dopo parecchi mesi, se non addirittura qualche anno, la Dark Horse sorpassa la IDW.

Top 10 comicbooksMarvel e DC si spartiscono la Top 10. Il fumetto più venduto è però The Return of Wolverine #1 che ha venduto circa 260.000 copie – è il sesto fumetto che venduto di più quest’anno – che batte l’esordio del nuovo evento di casa DC ovvero Heroes In Crisis #1, che si assesta intorno alle 140,000 copie. Da segnalare anche l’ottimo esordio, 95.000 copie, di Batman Damned #1. 

Nota a margine: per trovare i primi due albi non targati Marvel e DC dobbiamo scendere fino alla diciannovesima posizione e ventesima posizione con The Walking Dead #183 e Stranger Things #1.

Top 10 graphic novels & tradepaperbacks: è dominata, come il mese scorso, dalla Image che piazza 5 titoli nelle prime 10 posizioni. Il volume più venduto è Saga Tp 9 – l’ultimo prima della pausa della serie, che vende addirittura poco oltre le 21.000 copie. DC e Marvel si devono accontentare di due posizioni a testa.

Analizziamo nel dettaglio i dati di vendita di DC, Marvel e Image.

Il mese di settembre è “falsato” da parecchi nuovi #1 e inizi di eventi – medio-grandi che siano – che portano da un lato ad un apparente distribuzione più uniforme delle vendite in tutte le fasce ma in realtà “schiacciano” molti titoli in quella al di sotto delle 30.000 copie “pulendo” invece la pericolosa fascia delle 10.000 copie.  A beneficiarne è soprattutto la Image che registra un mese tutto sommato positivo spinta anche dalle grandi vendite dei volumi.

Marvel: il traguardo più grande raggiunto questo mese dalla Casa delle Idee non sono tanto le 260.000 copie di The Return of Wolverine #1 quanto piuttosto aver fatto superare, e ora mantenere stabili, ben 6 titoli. Nello specifico: Fantastic Four #2 (85.500 copie), Amazing Spider-Man #6 (84.400 copie), Amazing Spider-Man #5 (82.900 copie), Spider-Geddon #0 (74.500 copie),  Amazing Spider-Man Annual # 1 (73.800 copie), Venom #6 (73.500 copie), Avengers #7 (65.800 copie), Infinity Wars #3 (63.700 copie).

Pur essendo serie che continuano ad assestarsi, questo dati si traducono come la miglior Marvel, in termini di vendite, degli ultimi mesi se non anni.

La vittoria vera in casa DC è quella di non aver attualmente nessuna serie che vende al di sotto delle 10.000 copie. Il merito, almeno per questo mese, va rintracciato ovviamente in 5 titoli oltre le 90.000 copie il che fa però perdere di vista alcuni importanti assestamenti.

Batman ha perso di fatto la sua stabilità veleggiando dentro e fuori le 90.000 copie, Justice League è ormai stabile intorno alle 75.000 copie a cui si aggiunge l’ottimo debutto di Justice League Odyssey con 57.100 copie circa, Superman e Action Comics continuano a calare rispettivamente assestandosi intorno alle 67.400 e 57.900 copie. Se Catwoman sorprende con le sue 55.000 copie, Detective Comics raggiunge a malapena le 50.000 copie necessitando con urgenza di un nuovo team creativo mentre The Flash indietreggia ancora intorno alle 40.000 copie.

Ci sono ancora troppi titoli nella fascia 20-29.000 copie, 11 in quella 10-19.000 copie, i soliti dell’etichetta New Age of DC Heroes di cui solo The Terrifics sorpassa le 20.000 copie. Notizie positive arrivano da Vertigo, che fa registrare i dati migliori da parecchi anni a questa parte, e JinxWorld.

The Dreaming #1 vende  37.300 copie, House of Whispers #1 28.300 copie, Cover #1 27.400 copie, United States Vs. Murder Inc. #1 18.500 copie, Pearl #2 16.800 copie e Scarlet #2 13.700. Debutti non spettacolari ma comunque incoraggianti.

GIRATE PAGINA PER LE STIME DI COPIE VENDUTE DEI PRIMI 100 FUMETTI E VOLUMI. 

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...
Prossima Pagina