Monkey King – The Hero Is Back | Recensione

Pubblicato il 5 Settembre 2018 alle 15:00

Draka Distribution e Giometti Cinema portano nelle sale italiane, a partire dal 6 settembre, Monkey King – The Hero Is Back, film di animazione digitale del 2015 basato sulla stessa leggenda che ha dato vita a Goku e alla saga di Dragon Ball.

Monkey King  – The Hero is Back è stato il film d’animazione a più alto budget mai prodotto e distribuito in Cina. Prodotto con 16 milioni di dollari, il film ne ha incassati ben 155 milioni, piazzandosi al primo posto nella classifica dei film che hanno incassato di più in assoluto al botteghino in Cina e restandoci fino alla pubblicazione di Zootopia e di Kung Fu Panda 3.

Una curiosità sulla produzione del film riguarda il modo in cui è stato finanziato: dei 16 milioni di dollari totali impiegati nella produzione, 1.23 milioni sono stati raccolti grazie a una campagna di crowdfunding, il che spiega perché nei titoli di coda del film siano presenti ben 109 produttori, molti dei quali sono bambini.

La storia narrata in Monkey King  – The Hero is Back è tratta dal romanzo tradizionale cinese Il Viaggio in Occidente, pubblicato da un autore anonimo all’incirca nel 1590 e che è alla base della creazione di personaggi come Goku di Dragon Ball, Son Goku, il Bijou (o Cercotero) dalle Quattro Code e il Re delle Scimmie Enma, che può essere evocato da Hiruzen Sarutobi, presenti in Naruto.

  • Una storia familiare

Nel romanzo Il Viaggio in Occidente, come anche in Monkey King  – The Hero is Back, il protagonista principale è il Re delle Scimmie, Sun Wukong nell’opera originale cinese e in questo film e Son Goku nella tradizione giapponese. Già nel nome del personaggio è chiaro che sia stato fonte di ispirazione per la creazione di Son Goku di Dragon Ball, ma le analogie non si fermano qui! Goku è infatti munito di una coda prensile da scimmia, può trasformarsi in uno scimmione e possiede un bastone allungabile, oltre alla capacità di viaggiare spostandosi su una nuovoletta speciale:

Inoltre, il giovane protagonista della storia viene trovato da Sifu, un anziano monaco, che lo prende con sé per indirizzarlo verso la via del monaco. In questo, si può riscontrare una analogia con il ritrovamento di un giovanissimo Son Goku da parte dell’anziano Son Gohan.

Anche il personaggio di Zhu Bajie, un una sorta di maiale antropomorfo e mutaforma, ha ispirato uno dei personaggi di Dragon Ball, Oolong:

Sun si fregia del titolo di Grande Saggio Pari del Cielo, che risulterà certamente familiare ai fan di Naruto, poiché è lo stesso appellativo che usa per riferirsi a sé Son Goku, il Bijou dalle 4 code:

Come Sun Wukong, anche Son Goku sarà imprigionato da un sigillo con delle lunghe e robuste catene:

Sun Wukong è anche il re delle Scimmie, come Enma, l’evocazione di Hiruzen Sarutobi e  che può trasformarsi in un bastone allungabile:

  • Un film per tutti

Monkey King  – The Hero is Back racconta la storia del Re delle Scimmie che, creatura immortale che, dopo una lunga prigionia durata 500 anni, assapora nuovamente la libertà, grazie al provvidenziale quanto inaspettato intervento di due bambini.

A questo atipico gruppetto di viaggiatori si aggiungerà anche un maiale antropomorfo, anch’egli reo, come Monkey King, di aver fatto inalberare gli dei 500 anni prima. I nostri intraprenderanno così un avventuroso viaggio.

In questo film di animazione in 3D viene lasciato più spazio all’azione che alla narrazione della storia in sé, ma le scene di azione non sono solo molto numerose, ma anche dinamiche, rocambolesche e imprevedibili, il che farà sicuramente la gioia dei fan del genere, come anche dei bambini e dei ragazzi più giovani.

Visivamente, Monkey King  – The Hero is Back è davvero un lavoro ammirevole: le animazioni sono fluide e l’effetto 3D è reso in maniera realistica e immersiva, mentre personaggi e paesaggi sono molto dettagliati e coloratissimi.

La trasposizione in lingua italiana risulta piuttosto efficace, ed è un grande merito di Draka Distribution e Giometti Cinema quello di essere riusciti a portare anche nei cinema italiani un film di animazione per tutti basato su una leggenda così popolare in Oriente, e che torna così alla ribalta dopo aver influenzato un’opera celeberrima come Dragon Ball.

Un ultimo consiglio: quando il film sarà terminato, non lasciate subito la sala, ma attendete i titoli di coda…

  • Conclusioni

Monkey King  – The Hero is Back è un film di animazione in 3D adatto a tutta la famiglia divertente, bello da guardare, ricchissimo di azione e che vi farà conoscere un po’ meglio quella che in Oriente è considerata una storia classica e che ha ispirato opere come Dragon Ball e Naruto.

Articoli Correlati

Mercoledì 6 Ottobre 2021 Italia 2 trasmetterà gli ultimi quattro episodi della stagione 1 di Fire Force e il primo della...

05/10/2021 •

20:03

The Rising of The Shield Hero 2 è uno degli anime più attesi della Primavera 2022. La nuova stagione avrebbe dovuto debuttare...

05/10/2021 •

19:32

Il manga Tableau Gate di Rika Suzuki è prossimo alla conclusione, come sappiamo. Lo shojo manga fantasy, infatti, è entrato nel...

05/10/2021 •

19:13