The Promised Neverland: il regista e i doppiatori parlano della serie animata

0
La prima stagione animata giungerà sino alla fine del primo arco narrativo del manga, ovvero l’arco narrativo della fuga dall’orfanotrofio Grace Field. Precisamente, la serie giungerà sino al capitolo 37 del manga ufficiale.

Il numero 38 di Weekly Shonen Jump (Shueisha), disponibile per l’acquisto in Giappone da questa settimana, ha pubblicato degli aggiornamenti relativi alla prima stagione animata di The Promised Neverand, ispirata al manga omonimo scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu, che avrà inizio in Giappone, attraverso l’emittente televisiva Fuji TV, a gennaio 2019 con la produzione dello studio CloverWorks e la regia di Mamoru Kanbe.

Questi aggiornamenti si traducono più che altro in pensieri da parte del regista della serie, Mamoru Kanbe, e i doppiatori giapponesi dei tre protagonisti della serie – Emma, Norman e Ray – che rispettivamente saranno interpretati da Sumire Morohoshi, Maaya Uchida e Mariya Ise.

Shueisha ha chiesto al regista come si sia sentito dopo aver letto il manga e di condividere un messaggi per i fan che attendono la serie animata. Ecco la risposta di Kanbe:

Penso ci si possa approcciare a questa storia da diversi punti di vista. Non solo domina la tematica dell’ingannare il nemico, ma l’astuzia e il sotterfugio combattono tra le due fazioni anche al fine di raggiungere un obiettivo comune. I personaggi pensano cose diverse ed in più hanno un modo di vedere le cose in maniera opposta. Tuttavia l’obiettivo finale è il medesimo e questo è davvero un punto attraente della storia“.

Per gli appassionati che non vedono l’ora di addentrarsi nell’anime voglio dire che creare un anime è abbastanza impegnativo, ma stiamo davvero facendo del nostro meglio ora. Pazientate ancora un po’!

Come anticipato, la rivista edita da Shueisha ha pubblicato i primi commenti dell’anime da parte dei doppiatori dei tre protagonisti, Emma, Norman e Ray. Ecco cosa hanno dichiarato le tre doppiatrici:

Emma (Sumire Morohoshi):

Ho letto il manga di The Promised Neverland con mia madre prima di accettare il provino della parte per Emma e ho provato come se fossimo state entrambe catapultate in un sogno. Quando ho appreso la notizia di aver avuto la parte di Emma, non ci potevo credere inizialmente. Ero davvero felice. Mia madre e il mio manager erano anche contentissimi, il che mi ha reso emozionata e motivata che mai. Al fine di adattare al meglio l’immagine originale di Emma a tutti voi fan, darò il meglio di me stessa per elevare il suo fascino a vette sempre più alte“.

Norman (Maaya Uchida):

Una volta essere entrati nel mondo di questa affascinante ed incredIbile serie, è impossibile andare via. Anche io sono stata ipnotizzata da questo manga. Onorerò e affronterà questo ruolo con tutte le mie forze“.

Ray (Mariya Ise):

Penso che questa serie, focalizzata su un gruppo di ragazzi e ragazze che sopravvivono in nome della speranza sebbene non ve ne sia spazio a volte, infonda coraggio agli adulti e ai bambini nella stessa maniera. Nella storia Ray scopre un certo segreto prima di tutti i bambini, ma lo tiene per sè. La sua solitudine, risolutezza e volontà pacata di combattere, così come il calore dei suoi amici… spero di riuscire davvero a provare tutto questo e a convergerlo in una sola volta“.

Ricordiamo che la prima stagione animata giungerà sino alla fine del primo arco narrativo del manga, ovvero l’arco narrativo della fuga dall’orfanotrofio Grace Field. Precisamente, la serie giungerà sino al capitolo 37 del manga ufficiale.

CloverWorks è lo studio di animazione dell’anime. Il regista è Mamoru Kanbe, il compositore della serie è Toshiya Ohno, Kazuaki Shimada è il character designer e alle musiche compare il nome di Takahiro Obata.

La serie animata sarà trasmessa attraverso l’emittente televisiva giapponese di Fuji TV.

Qui di seguito riproponiamo la key visual della prima stagione dell’anime e il teaser:

In Italia il manga è edito da J-POP e il quarto volume è disponibile per l’acquisto. Cliccate qui per leggere la nostra recensione del primo volume e qui del secondo.

Emma, Norman e Ray vivono felici fin dalla nascita in un orfanotrofio circondato da un fitto bosco, accuditi da un’amorevole “mamma”. La loro illusione di normalità va in pezzi quando scoprono cosa succede davvero a chi lascia la casa per essere “adottato”, e cosa nasconde il muro che delimita il bosco: ai ragazzi non rimane che ingegnarsi per cercare la fuga. Inizia un letale gioco del gatto con il topo!

The Promised Neverland è scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu sulle pagine della rivista settimanale di Weekly Shonen Jump, dal 1° agosto 2016. Il manga attualmente è giunto al capitolo numero 99 con 10 volumi pubblicati.

Il 4 giugno 2018 è stata pubblicata in Giappone e nei negozi online la prima light novel ispirata al manga. La storia è focalizzata sul coprotagonista Norman il quale, nel giorno della sua spedizione, racconterà i suoi ricordi vissuti con Emma e gli altri bambini dell’orfanotrofio Grace Field House attraverso una lettera a loro indirizzata. Il romanzo è scritto da Nanao.

La serie animata di The Promised Neverland debutterà a gennaio 2019 con la produzione di CloverWorks.

In Italia l’opera è edita da J-POP con i primi 4 volumi disponibili.

Fonte: EM

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui