Marvel torna al lavoro con John Byrne dopo 18 anni?

0
John Byrne ha dichiarato che la Marvel lo ha contattato per un nuovo lavoro che, se dovesse succedere, sarebbe il primo dal 2000.

Mentre le principali convention sul fumetto in genere offrono ai partecipanti la possibilità di entrare in contatto con gli scrittori più famosi di oggi, come Tom King, o le star emergenti, come Donny Cates, questi eventi fanno anche luce sull’enorme talento di chi ha dedicato decenni della propria vita a gettare le basi per il fumetto moderno e della sua industria. FAN EXPO Boston 2018, ad esempio, è riuscito a ospitare il leggendario scrittore/disegnatore, John Byrne, per una rara apparizione durante la convention.

Durante un panel, John Byrne ha rivelato che è stato contattato per continuare la sua run di Uncanny X-Men, chiamata X-Men: Elsewhen.

“Ci sono state alcune discussioni sul mio sito web: ‘E se tornassi alla Marvel?’ E questa domanda mi è girata in testa ancora e ancora. Pensavo, ‘e se tornassi alla Marvel? Potrei tornare alla Marvel?’ Non disegno così da 20 anni”, ha dichiarato Byrne (come riportato su Adventures in Poor Taste).

Byrne ha disegnato oltre 20 pagine di X-Men: Elsewhen, etichettandolo come un divertente progetto collaterale che non intende pubblicare. Comunque sia, ha attirato l’attenzione dell’Editor-in-Chief della Marvel, C.B. Cebulski.

“E poi ho ricevuto un’e-mail da C.B. Cebulski che diceva: ‘Lo adoro! Parliamone!’ Oh, che sorpresa,” continua Byrne. “Quindi sì, è nata come una cosa divertente, e rimane solo una cosa divertente per quanto mi riguarda.”

Newsarama conferma che John Byrne ha parlato con Cebulski sia per e-mail sia durante la convention dello scorso fine settimana. Chris Ryall di Skybound, che era con Byrne alla convention, ha condiviso con il portale americano questa foto di Byrne e Cebulski.

John Byrne ha interrotto i rapporti pubblicamente con Marvel nel 2000 in seguito alla decisione dell’editore di cancellare il suo titolo X-Men: Hidden Years per ridurre la linea di testate degli X-Men dell’epoca.

“Sono stato ufficialmente informato ieri che, nonostante il fatto che siano ancora redditizi, molti X-Titoli ‘ridondanti’ vengono tagliati”, ha dichiarato Byrne a CBR nel 2000. “X-Men: The Hidden Years è uno di questi, che terminerà con il numero #19. Nessuno alla Marvel è stato in grado di fornire una spiegazione ragionevole del motivo per cui nel mercato odierno vengono cancellate serie redditizie. Dal momento che non ho interesse a lavorare per una società apparentemente così intenzionata a suicidarsi, ho chiuso il mio rapporto con Marvel Comics con effetto immediato.”

Quesada, ai tempi, rispose, confermando che lui e Byrne “non si sarebbero più visti faccia a faccia”.

“Penso che John abbia chiarito chiaramente che non aveva intenzione di lavorare con la Marvel, ma, se cambierà mai idea, sa dove trovarci.”

Cebulski ha parlato in precedenza di come Uncanny X-Men #121 di Byrne e Claremont sia stato uno dei suoi primi fumetti che abbia mai letto da bambino. Il partner creativo di Byrne nella testata degli X-Men, Chris Claremont, è tornato di recente all’editore, scrivendo la storia X-Men: Wedding Special (dedicata al matrimonio fra Kitty Pryde e Colosso) e X-Men Black: Magneto in uscita ad Ottobre.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST