Disney e Marvel: nessuna possibilità di riassunzione per James Gunn

0
Anche dopo un incontro tra i dirigenti Disney e l’ex regista dei Guardiani della Galassia, la compagnia è decisa e non reintegrerà James Gunn alla regia del prossimo capitolo della saga.

Variety indica infatti che il presidente di Walt Disney Studios, Alan Horn, ha incontrato martedì Gunn, in quella che viene descritta come una “cortesia”, e che il presidente di Marvel Studios Kevin Feige non era presente.

Si dice che Feige avesse cercato di riavere Gunn alla regia, ma che fosse in attesa della decisione di Disney al riguardo.

Gunn è stato licenziato il mese scorso nel bel mezzo del Comic-Con di San Diego dopo che alcuni esponenti della destra americana sui social media hanno portato alla luce vecchi post dove il regista aveva fatto battute sulla pedofilia e su altri argomenti ritenuti inappropriati da Disney. Da allora Gunn si è scusato per quei commenti e ha accettato la punizione di Disney, anche se il cast dei film ha fatto pressione per il suo ritorno.

In una dimostrazione di sostegno, i membri del cast Chris Pratt, Zoe Saldana, Bradley Cooper, Dave Bautistia, Pom Klementieff, Vin Diesel, Karen Gillan e Michael Rooker hanno firmato una lettera che invitava la Disney a riconsiderare la situazione e riportare Gunn alla regia.

“La nostra speranza è che ciò che è emerso possa servire da esempio per tutti noi per renderci conto dell’enorme responsabilità che abbiamo per noi stessi e gli uni verso gli altri riguardo l’uso delle nostre parole quando le incidiamo sulla pietra digitale; questo è ciò che noi come società possiamo imparare da questa esperienza e in futuro ci penseremo due volte prima di decidere cosa vogliamo esprimere; e in tal modo imparare forse la capacità di aiutare e guarire invece di ferirsi a vicenda”, diceva la lettera. “Grazie per aver dedicato del tempo a leggere le nostre parole.”

Si diceva poi che Disney stesse pensando di usare la sceneggiatura che Gunn aveva scritto per i Guardiani della Galassia Vol. 3. Bautista aveva persino minacciato di non recitare nel film se non avessero usato la sceneggiatura di Gunn ed è stato critico nei confronti della decisione di Disney di licenziarlo, dato che a suo parere tutto era nato da una campagna diffamatoria a fini pilitici.

Guardiani della Galassia Vol. 3 dovrebbe comunque arrivare nei cinema nel 2020. Non si sa ancora chi sostituirà Gunn come regista, ma è ancora probabile che useranno la sceneggiatura di Gunn secondo l’ultimo report di Variety.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui