Panini – Marvel: cambiano prezzi e formati per un progressivo addio alle edicole

0
Fresh Start, gestione Cebulski, aumento di prezzi e un futuro, molto probabile, addio alle edicole. Tutto questo nella lettera scritta dal direttore editoriale di Panini Comics, Marco M. Lupoi, ai lettori.

E’ di oggi il comunicato stampa, scritto sotto forma di lettera, da parte del direttore editoriale di Panini Comics, Marco M. Lupoi. Il titolo preannuncia già l’importanza dei cambiamenti che la casa editrice adotterà da fine 2018: “Messaggio alla nazione!”Enunciamo di seguito gli annunci del direttore della casa editrice.

Dopo un’introduzione in cui viene evocato lo storico passato della casa editrice (un lavoro di ben 32 anni) insieme al glorioso passato della casa editrice d’oltremare di cui pubblica i fumetti in Europa, il direttore annuncia che diminuirà il numero delle testate regolari e verranno modificate le strutture di ognuno. In che modo? Per anni la casa editrice ha pubblicato le classiche testate contenitore (un mensile che può avere in sommario tre storie e mezza) che hanno colmato in diversi modi, a seconda delle esigenze, “spesso mescolando storie imprescindibili con altre di livello medio o discreto ma anche con storie indubbiamente di minor fascino, a volte mescolando personaggi dello stesso angolo di universo, altre creando accoppiate più o meno improbabili.” Come regola, d’ora in poi cercheranno di presentare nelle collane regolari solo le testate principali, quelle più forti, mantenendo quanto più possibile il carattere monografico degli albi.

Verrà inoltre introdotto un nuovo formato, inedito finora in Italia: 24 pagine, più copertina. E quando, la controparte americana, pubblicherà più di 12 uscite all’anno, anche loro arriveranno a pubblicare 14, 15, o 16 volte, piuttosto che aumentare la foliazione. I titoli slegati dalla continuity verranno presentati in volumetti brossurati esclusivamente nelle fumetterie, mentre continueranno ad uscire le serie più autoriali in cartonato. 

Altro punto di vitale importanza è questo: “Davanti al progressivo declino della distribuzione in edicola (un canale in cui il numero dei punti vendita cala di mese in mese), per gli albi regolari faremo affidamento sempre più sul canale delle fumetterie. Per la prima volta faremo alcune collane regolari spillate solo per quel circuito, e lanceremo iniziative promozionali dedicate. Allo stesso tempo, prenderemo un impegno su un tema che sta a cuore a molti rivenditori: tutte le storie presentate nelle serie regolari spillate non usciranno ristampate in volume prima di 12-18 mesi dalla loro prima edizione.” E’ questo il punto di svolta per l’addio definitivo alle edicole? Le intenzioni sembrano essere queste, per ora non ci resta che aspettare e vedere.

Un altro grosso cambiamento è lo stacco temporale tra le uscite italiane e quella americane. Questa non è una grossa novità, dato che, sia il direttore, Lupoi, che il coordinatore editoriale italiano, Peruzzi, lo avevano già annunciato a Mangaforever, durante il Cartoomics di quest’anno. Qui le nostre interviste, in cui Lupoi e Peruzzi, ci informano di tali intenzioni. L’obiettivo è quello di passare dai sette mesi attuali, ai cinque mesi.

Ultimo, ma sicuramente non meno importante, è l’ulteriore aumento dei prezzi (ricordiamo che l’ultimo aumento è stato effettuato nemmeno un anno fa). Di seguito, grazie alle anteprime forniteci dal Mega di questo mese, osserviamo nel dettaglio le testate ed eventuali aumenti di prezzo.

Dopo la pubblicazione di Avengers 104, sempre allo stesso prezzo di € 3,90, per Avengers 1/105, invece, il prezzo sarà sì diminuito ma, insieme, sarà diminuita anche la foliazione. Almeno per il primo numero, la testata di Avengers vedrà 48 pagine per € 3,50, invece di € 3,20. Anche Thor 223, invece dei soliti € 3,20, costerà € 3,50, con però 64 pagine, invece delle solite 48 (potrebbe essere un’eccezione di questo numero per poi tornare alle 48).

Anche Amazing Spider-Man subirà un aumento di prezzo: dagli attuali € 3,50, salirà ai € 3,90 con uno Spider-Man 708 di 96 pagine per poi tornare alle classiche 80. La testata di Iron Man è invece più incerta. Viene riportata la foliazione a 32 pagine con un prezzo di € 2. Non possiamo ancora dire se la testata proseguirà in questo modo o se è un semplice prezzo di lancio come avevano già fatto per il numero #1 di Bendis all’inizio della All-New All-Different Marvel e con il numero #1 di Gillen per l’inizio del Marvel Now. La cosa più probabile è che il primo numero avrà 32 pagine e costerà € 2, per poi continuare allo stesso prezzo ma con 24 pagine, trovandoci di fronte la prima testata che proverà il nuovo formato inedito a cui Lupoi fa riferimento nella lettera.

Anche Deadpool e Marvel 2-in-Uno non vengono risparmiati. Entrambi a 48 pagine passano da € 3,20 a € 3,50. Anche lo storico Marvel Miniserie, contenitore dell’evento dell’anno (ha ospitato miniserie importanti come Civil War e Secret Wars), passa da € 3,20 a € 3,90 per ospitare l’evento Infinity Countdown in 6 albi da 64 pagine ciascuno. Ultimo aumento riguarda Venom che da 48 pagine a € 3,20 passa a 56 pagine a € 3,50. Le 56 pagine potrebbero essere eccezione di quest’albo e non un aumento regolare.

Unica testata mutante a subire l’aumento è X-Men Blu che, dai € 3,20 e 48 pagine, passa prima ai € 3,50 e alle 64 pagine per poi arrivare a € 3,90 con 80 pagine. Sembrano per ora non essere toccate testate come Daredevil, Doctor Strange, X-Men Oro e Wolverine che non subiscono variazioni nel prezzo né nella foliazione. Mentre la testata dei Guardiani della Galassia è cancellata come negli USA fino ad un eventuale rilancio cosmico al termine dell’evento Infinity Wars.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui