Cut-Up Publishing: le uscite previste a Lucca Comics and Games 2018

0
Sono 6 le nuove uscite previste dall’editore in concomitanza con la kermesse toscana.

Cut-Up Publishing ha reso noti i volumi che saranno disponibili in concomitanza di Lucca Comics and Games 2018, vediamoli in dettaglio:

In occasione del venticinquennale (1993 – 2018) dall’uscita del primo albo di Arthur King, celebre fumetto creato dallo sceneggiatore Lorenzo Bartoli e dal disegnatore Andrea Domestici, Cut-Up Publishing è lieta di annunciare l’uscita a Lucca Comics & Games di quest’anno (dal 31 ottobre al 4 novembre) di due volumi in edizione di pregio, da novembre disponibili in libreria e fumetteria e su tutti gli store on line.
Il primo volume, Arthur King: Segni d’autore alla corte del King, è un “best of” delle migliori storie, qui riproposte in grande formato, una ricchissima selezione di tutte le prestigiose firme che hanno lasciato il segno nella serie.
Il secondo volume, Arthur King: Re per una notte è invece un inedito assoluto, l’ultima storia scritta da Lorenzo Bartoli, scomparso prematuramente nell’ottobre del 2014, e disegnata da Domestici. Una storia che è anche un cross-over che vede protagonisti Arthur King e Alice Dark, ovvero il primo e l’ultimo personaggio creati da Bartoli e Domestici.

“Spero che Segni d’autore alla corte del King, con le tavole vintage dei molti autori presenti nel volume riesca a trasmettere anche solo una piccola parte di tutte le emozioni che tutti noi abbiamo provato nel crearle. Grazie di cuore a Cut-Up Publishing, a tutte le prestigiose firme presenti nel volume e a tutti i lettori vecchi e nuovi che si troveranno a leggere o rileggere queste piccole perle di un piccolo grande fumetto cult degli anni 90!” (Andrea Domestici)

Ava Galaxy di Massimo Cavezzali e James Hogg. Con la prefazione di Vincenzo Mollica e una postfazione di Moreno Burattini.

Siamo tutti sotto le medesime stelle. Alziamo gli occhi per guardarle. Ma non le vediamo uguali. Non siamo soli nell’Universo, anzi, ci sono extraterrestri dappertutto, e come ti giri, te ne ritrovi uno dietro e non sai che intenzioni abbia. Ava e la sua amica Bum Bum, vengono rapite, per essere rivendute sul mercato di Luxor, perché la carne è il bene più ricercato nella Galassia. Ava è una papera bella in carne, quindi più preziosa di un diamante. Pur ingenue ed inesperte, riescono a sfuggire al cattivissimo Hasbro, e di fuga in fuga, di salvataggio in salvataggio, incontrando creature sempre più strane, e astronavi sempre più nere, perché nello spazio c’è un pericolo ogni metro, arrivano ai confini del vuoto cosmico. Poi il sole si spegne, forse per un difetto di costruzione, e l’Universo retrocede al suo stadio freddo e primordiale. Riuscirà Ava a salvare l’Universo?
Con questo volume ora tutti i fan di Ava (ma anche tutti i fan di Massimo Cavezzali e di James Hogg) potranno leggere la più lunga avventura della papera più sexy del nostro pianeta.

Sunshine Doom 1971 di Stefano Cardoselli e Andrea Amenta.

26 giugno 1971. Odore di uova fritte, grasso e sudore. Una giornata come le altre al Mr Happy Food & Drink, un lurido drugstore lungo la statale 62 vicino El Paso. Ogni persona che abita nel raggio di 700 miglia concorda che le uova fritte con pancetta croccante di Mister Happy sono le migliori di tutto il Texas, ma non sembrano dello stesso parere quei due strani clienti. Uno dei due è un uomo cupo dai tratti austeri che inizia a prendere a pugni la sua colazione dichiarando ad alta voce di essere un cavaliere dell’apocalisse. L’altro invece è un veterano del Vietnam, non sa perchè si trova in quel drugstore, non ricorda il suo nome, non rammenta nulla del suo recente passato, ricorda soltanto l’inferno sofferto nella giungla vietnamita. Cosa accadrebbe se l’uomo che si crede un cavaliere dell’apocalisse iniziasse a predicare l’avvento di un giudizio universale imbracciando un fucile Remington a canne mozze che porta inciso la parola “salvation”? E quale sarebbe la reazione del reduce senza nome se oltre a non ricordare il suo recente passato soffrisse anche di attacchi psicotropi derivanti dall’assunzione e dall’abuso di sostanze sperimentali per uso militare? Scopritelo leggendo Sunshine Doom 1971. Fughe e inseguimenti tra cactus e teste umane che esplodono, in un racconto hard boiled dai tratti psichedelici, dove l’unica vera protagonista è la Morte.
ZARTANA: Lo stregone blues, la nuova creazione di Enzo Rizzi (già “papà” di Heavy Bone, il serial killer di rockstar).

È possibile combattere il Diavolo suonando la sua stessa Musica? Con Zartana, Rizzi mette su carta il suo amore per gli Spaghetti Western, il genere pulp alla Tarantino e la Musica (in questo caso il blues) che qui diventa, nelle mani del protagonista, una vera e propria arma per combattere il Male. Tra licantropi, zombi, vampiri e bellissime donne in abiti succinti, il lettore dovrà prestare la massima attenzione nello schivare i proiettili (nonchè gli arti, il sangue e le frattaglie).
Ideazione, soggetto, sceneggiatura e copertina di Enzo Rizzi. Disegni di Stefano Cardoselli, Vincenzo Carratù, Gian Marco De Francisco, Alfonso Elia.

Provaci ancora Pasol! di Luca Laca Montagliani, da novembre disponibile in libreria e fumetteria e su tutti gli store on line. La copertina è firmata da Bruno Cannucciari. Il volume comprende interventi critici di Davide Barzi, Stefano Fantelli, Ferruccio Giromini, Michele Ginevra, Carlo Chendi.

Prima dell’orgia fumettistica degli ultimi 20 anni, c’era Pasol. Alterato ego, anarco ipersessuale del suo disgraziato autore, Pasol è un piccolo Cult dell’underground italiano. Pubblicato nel 1998 sulla rivista alternativa Odrillo, è protagonista dal 2002 di sei volumi a lui dedicati con l’etichetta indipendente Annexia, e illustri collaborazioni lungo lo stivale. Autobiografico…? Assolutamente si. Ergo ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente voluto. Questo primo volume raccoglie la genesi del personaggio, il primo volume Pasol Lov Stori’es e tutte le storie lunghe contenute ne Il Disoccupasol e nei volumi successivi.
Pasol è cinico, cattivo, instabile, geloso, rabbioso, infedele, immorale, ipersessuale, ma è anche un impareggiabile ottimista, onesto, sereno, aperto e solare, paziente, generoso, addirittura tenero, a volte persino moralista… Pasol descrive, espone, veicola, esplicita, sputtana i valori e le modalità comunicative del tempo. Pasol rappresenta le contraddizioni umane, la colossale e totale frantumazione della condizione mentale ed esistenziale dell’uomo. Pasol (puzzle, frammento) è in grado di ricostruirsi in modo sempre diverso, di riproporsi agli urti della vita in modo sempre nuovo e inaspettato. Pasol non possiede in definitiva un carattere e perciò neppure un destino. Pasol è un uomo libero.

Cadaveri & Polpette: Anche gli zombi si sposano! di Paolo Di Orazio. Il volume sarà disponibile da novembre in libreria e fumetteria e su tutti gli store on line.

Un manipolo di ragazzini zombi forma una micro-società in cui si vivono i drammi che affliggono gli esseri umani normali. Affetti, amore, invidia, rivalità, cinismo e aggressività. Tutto ruota attorno a Giulietta e Romero, la coppia del gruppo in continua crisi: lui, innamorato e idealista, lei aggressiva e dominante. L’amore in tutte le sue sfumature di humour nero, prima, durante e dopo il tanto (in)desiderato matrimonio.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui