Star Wars è stato un flop in Cina, Donnie Yen spiega perché

0
Gli incassi de Il Risveglio della Forza e de Gli Ultimi Jedi sono risultati sotto le aspettative.

Star Wars è ormai da decenni un brand mondiale. Ed anche il nuovo millennio sembra aver assicurato all’iconico franchise una nuova generazione di fan. I titoli della nuova trilogia, infatti, rispettivamente Il Risveglio della Forza (2015), e Gli Ultimi Jedi (2017), hanno entrambi superato il miliardo d’incassi (addirittura il primo film ha superato i due miliardi), e si sono contraddistinti come dei veri e propri crack delle loro stagioni cinematografiche.

Ma c’è ancora una nazione dove il brand di Star Wars fatica a sfondare: stiamo parlando della Cina. In questo mercato solo Il Risveglio della Forza è riuscito a superare i cento milioni d’incasso. Ma a cercare di fare chiarezza sul perché Star Wars non riesca a fare successo nel mercato cinese ha provato Donnie Yen, uno dei protagonisti di Rogue One: A Star Wars Story. 

“Il fatto è che i cinesi non sono cresciuti con il franchise di Star Wars- ha dichiarato  in un’intervista rilasciata a JoBlo l’attore che ha interpretato il personaggio di Chirrut Îmwe- i film Marvel riescono a colmare questo gap perché grazie ad i costumi, ai character, ai super attori, arrivano più facilmente al pubblico”.

Ed in effetti sia Avengers: Age of Ultron che Avengers: Infinity War sono tra i i film che hanno ottenuto i migliori incassi cinesi nei loro rispettivi week-end di apertura. Diversamente da quanto fatto da Star Wars: Il Risveglio della Forza, piazzatosi solo al cinquantatreesimo posto.

“Ma il fatto non è solo questo- ha continuato Donnie Yen- credo che chi lavora intorno alle produzioni occidentali non abbia ancora analizzato con attenzione il mercato asiatico, e questo è il motivo per il quale i film americani non funzionano qui. Noi stiamo studiando il vostro sistema, la sua struttura, la distribuzione, il marketing. Ma allo stesso tempo anche noi abbiamo una storia”.

Ma negli ultimi tempi l’attenzione nei confronti del mercato cinese da parte di Hollywood si sta innalzando: già Transfomers 4- L’Era dell’Estinzione ha ambientato alcune parti di film in Cina, con l’obiettivo di incuriosire maggiormente l’audience asiatica, ed ha ottenuto, grazie anche ad un’anteprima mondiale ad Hong Kong, ben 300 milioni di dollari d’incassi. E proprio ultimamente la pellicola Skyscraper con Dwayne Johnson protagonista, è stata interamente ambientata in Cina, e probabilmente punta più al mercato asiatico che su quello americano (dove gli incassi fino ad ora non sono stati eccezionali).

Vedremo se Star Wars IX, la cui uscita è prevista per il 2019, riuscirà, finalmente, ad attirare il mercato cinese.

 

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST