Nessuna indiscrezione è trapelata dal TCA di Los Angeles.

Durante il TCA Summer Press Tour, il meeting semestrale della critica televisiva americana e canadese, svoltosi la scorsa settimana a Los Angels, ed organizzato dalla Television Critic Association, i vertici di Netflix (presenti alla manifestazione assieme ad alcuni attori delle proprie serie di punta) si sono espressi sul futuro dei loro telefilm più importanti. Dopo aver confermato e dato notizie riguardo ad alcune serie, la piattaforma streaming non ha però rilasciato aggiornamenti sulla terza stagione di GLOW (la fortunata serie televisiva dedicata al wrestling femminile candidata agli Emmy 2018 tra le migliori comedy).

Alcuni giornalisti e critici presenti sul posto hanno perciò pensato che questa mancanza di dichiarazioni possa rappresentare una non conferma della serie televisiva.

In particolare il membro del TCA Melanie Mcfarland, avrebbe espresso le proprie perplessità tramite un tweet: “Riguardo a GLOW- ha scritto la Mcfarland- Cindy Holland (la vicepresidente di Netflix ndr) ha dichiarato di amare il telefilm ma non ha dato alcun aggiornamento sulla conferma o cancellazione della serie. Magari avremo bisogno di una rivolta (per ottenerne la conferma ndr)”.

Tutto ciò nonostante i membri del cast di GLOW fossero presenti al TCA, per tenere una conferenza all’interno della quale hanno discusso delle differenze tra il wresting di oggi e quello del passato, degli infortuni intercorsi sul set, e del sogno di realizzare una possibile terza stagione (appunto).

Per ora dalle parti dei vertici di Netflix tutto tace. In attesa di notizie sulle sorti di GLOW, la seconda stagione dedicata alle Grandi Lottatrici del Wresting con protagoniste Allison Brie e Bettie Gilpin (candidata anch’essa agli Emmy 2018 per la sua prova nei panni della lottatrice Debbie Eeagan) è disponibile su Netflix dal 29 giugno.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui