Oggi 25 luglio, con l’episodio 66, debutterà un arco narrativo di tre episodi filler focalizzato su Chocho Akimichi. Masashi Kishimoto ha offerto spunti di idee sulla narrazione.

La scorsa settimana è andato in onda in Giappone l’episodio numero 65 di Boruto: Naruto Next Generations, ispirato al film del 2015 di Boruto: Naruto the Movie, trasponendo in particolare lo scontro finale tra Boruto, Naruto, Sasuke e il resto dei Quattro Kage contro la divinità discendente di Kaguya, ovvero Momoshiki Otsutsuki. Un episodio che ha generato un duello ricco di animazioni eccellenti, di patos, di storia raccontata in maniera dettagliata ed accattivante che lo rendono, probabilmente, lo scontro più epico negli anime trasmessi nel 2018.

Sebbene lo scontro sia ispirato, come anticipato, dal film animato e anche dal manga di Boruto: Naruto Next Generations, scritto da Ukyo Kodachi, disegnato da Mikio Ikemoto ed edito e supervisionato da Masashi Kishimoto, la serie animata è riuscita a chiudere il cerchio della trama in maniera chiara ed estremamente approfondita tanto che, ora, apprendiamo dei dettagli inediti ed interessanti che prima potevamo al massimo soltanto solo ipotizzare. Questi dettagli si riferiscono a Boruto Uzumaki e al suo potere divino acquisito degli Otsutsuki.

Facciamo un passo indietro. La serie animata di Boruto ci ha permesso di apprendere che il figlio dell’Hokage può vantare un abilità oculare, ovvero il Jougan sull’occhio detro. Questa abilità non si è manifestata in lui per caso in quanto lo collega a Toneri Otsutsuki, un altro discendente di Kaguya (dapprima nemico dei nostri ninja del film The Last e in seguito entità pentita dei suoi peccati) e che segue la linea di sangue degli Hyuga. Boruto è anche un discendente degli Hyuga dal momento che la madre è Hinata. Pertanto, Boruto possiede un occhio speciale che lo collega ad un potere divino che in origine era appartenuto solo alla razza del clan della madre che ha dato origine ad ogni cosa.

Tornando all’episodio 65, come sappiamo anche dal manga, Boruto sconfigge il dio Momoshiki Otsutsuki e tra i due si instaura un dialogo finale. Il dio morente gli profetizza che colui che sconfigge un dio non può essere più una persona ordinaria e dovrà fare attenzione al suo destino perchè un giorno potrebbe essere catastrofico.

Nel corso del dialogo l’occhio di Boruto presenta il Jougan e Momoshiki ha la conferma che Boruto discende dagli Hyuga e che “si è appropriato del potere degli Otsutsuki”. In più gli anticipa che quello stesso occhio azzurro che ora brilla un giorno gli strapperà tutto ciò che ha di più caro.

La serie animata per la prima volta, dunque, conferma che Boruto possiede il potere divino degli Otsutsuki. In più, la serie animata, in riferimeto alla profezia catastrofica, si riferisce al potere oculare di Boruto, mentre il manga si riferisce ad entrambi gli occhi azzurri.

La domanda ora è, ad ogni modo, davvero il destino condurrà il ninja di Konoha verso un futuro disperato? Magari il nemico futuro di nome Kawaki sarà colui che materializzerà questa profezia? Non ci resta che scoprirlo.

Ricordiamo che oggi 25 luglio, con l’episodio 66, debutterà un arco narrativo di tre episodi filler focalizzato su Chocho Akimichi. Masashi Kishimoto ha offerto spunti di idee sulla narrazione.

Cliccate qui per apprendere le anticipazioni degli episodi di luglio e inizio aprile della serie animata. Tuttavia, attenzione agli SPOILER.

Boruto: Naruto Next Generations è un manga disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 25 capitoli, e i primi 19 sono raccolti in 5 volumi.

In Giappone sono stati pubblicati cinque romanzi di Boruto i quali ispirano l’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non ha raggiunto gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 4 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, prodotta da Studio Pierrot e trasmessa ogni giovedì su TV Tokyo, ha raggiunto i 65 episodi.

Naruto, invece, è stato realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014 all’interno della rivista Weekly Shonen Jump (Shueisha). Con 700 capitoli pubblicati e 72 volumi totali, l’opera è interamente disponibile in Italia sotto l’etichetta di Planet Manga. La due serie animate che hanno trasposto il manga, ovvero Naruto e Naruto Shippuden, inglobano in totale ben 720 episodi e l’ultimo è stato trasmesso il 23 marzo 2017. In Italia Naruto è stato trasmesso interamente, mentre la serie “Shippuden” è ferma dal 24 aprile 2017 con l’episodio 320.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui