Il celebre fumettista parla delle influenze dei suoi lavori nel New 52 sul film di James Wan.

Intervistato da Comicbook al San Diego Comic-Con 2018, luogo che ha ospitato la proiezione del primo trailer di Aquaman, Geoff Johns (leggenda vivente per la casa fumettistica, nonché mente dietro ai Worlds of DC) ha parlato delle influenze che la sua run fumettistica del personaggio, nel New 52, ha avuto sulla pellicola di James Wan.

“Abbiamo parlato di Black Manta, con tutta la produzione, in base a  ciò che io e Ivan avevamo realizzato nel New 52 e dunque delle caratteristiche date al personaggio” spiega Johns “La caratteristica principale che ho sempre amato di Black Manta è la sua misteriosità, la sua determinazione nell’ottenere ciò che vuole. È una personalità inarrestabile. L’immagine generale è che sia un po ‘come il Boba Fett dell’Universo DC, almeno per la mia visione. È solo uno squalo che fiuta e sbrana ciò che vuole. Siamo entrati nel pieno dell’emotività di David Caine nella run del New 52 e questo si risente molto anche in Aquaman. Già il fatto di scegliere come arma un coltello, per tutto ciò che questo significa per lui e l’ importanza che dà all’oggetto, ci dimostra quanto brutale possa essere questo personaggio. Black Manta non è un personaggio che si può rendere sentimentale e di cui si può mostrare l’emotività, nonostante essa sia comunque presente in lui.”

Il primo attesissimo trailer ha lasciato tutti i fan presenti nella sala del Comic-Con, durante il panel dedicato alla Warner Bros. A influire sicuramente l’attesa ma, soprattutto, il sensazionale primo assaggio ad un mondo marino che si candida ad un ruolo da protagonista in tutta la storia d’origine di Arthur Curry.

“Una delle cose più importanti che volevo realizzare era quella di creare un mondo di supereroi unico, che nessuno avesse mai visto prima” ha dichiarato il regista James Wan al SDCC 2018 “Aquaman potrebbe sembrare più un film Sci-Fi/Fantasy che un tradizionale film di supereroi, come penso si veda anche dal trailer. ”

Yahya Abdul-Mateen II ha invece confessato che, nonostante abbia ottenuto il ruolo di Black Manta, non sapeva nuotare al momento dell’inizio delle riprese: “Sono andato di nascosto nella piscina dell’hotel mentre stavamo girando, ho praticamente imparato a nuotare in una giornata” ha detto ridendo “ma alla fine per le scene non ho dovuto nuotare molto!”

“Il film racconta la storia d’origine di Arthur Curry, mezzo umano e mezzo Atlantideo, in partenza per un viaggio formativo che lo costringerà ad affrontare le sue origini e chi è veramente, ma soprattutto a scoprire se è realmente degno di diventare quello per cui è nato…un re.”

Aquaman, oltre a Jason Momoa nei panni del protagonista vedrà Patrick Wilson nel ruolo di Ocean Master, Amber Heard nei panni di Mera,, Yahya Abdul-Mateen II come Black Manta, Nicole Kidman nei panni della regina Atlanna e Willem Dafoe nel ruolo di Vulko.

L’uscita del film, diretto da James Wan per una sceneggiatura di Will Beall e Geoff Johns,  è prevista negli USA il 5 ottobre 2018, mentre in Italia dovremo aspettare fino al 1 gennaio 2019.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui