La principessa amazzone è pronta a tornare col secondo film della sua saga dopo Justice League.

Durante il panel Warner Bros. al San Diego Comic Con 2018, è stato presentato al pubblico il primo trailer per Wonder Woman 1984, secondo film della saga dedicata alla principessa amazzone.

“Io comunque sono più un’aura, non sono realmente qui, sono solo di supporto agli altri del cast!” dichiara scherzando Chris Pine, ovviamente sollecitato dalle domande sul ritorno di Steve Trevor “E’ diventato un nostro assistente, ci porta anche l’acqua sul set…” aggiunge ridendo Gal Gadot, che poi dichiara seriamente “”Non vediamo 1984 come un semplice sequel, ma come un nuovo capitolo di una nuova storia.”

La parola poi passa a Patty Jenkins, dopo che sono state mostrate le prime scene del film con Diana intenta a salvare una bambina da alcuni uomini armati, in un centro commerciale: “La cosa che amo maggiormente di Wonder Woman è che rappresenta più di tutti gli altri eroi le persone, siamo tutti Wonder Woman. Non voglio fare sequel solamente perché il primo film ha incassato tanti soldi, né fare una semplice copia del primo. Amo questi personaggi, il mio pensiero è stato sempre come fare a realizzare un film unico ed entusiasmante come il primo, evoca ciò che ha trasmesso il precedente ma resta una pellicola nuova e autonoma.”

https://twitter.com/GadotWarriors/status/1021053532705869824?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1021053532705869824&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.comicbookmovie.com%2Fwonder_woman%2Fwonder_woman_1984%2Fwonder-woman-1984-footage-leaks-online-a162388

In Wonder Woman 1984 vedremo il ritorno di Chris Pine e l’esordio della Cheetah di Kristen Wiig; potrebbe inoltre essere presente anche il jet invisibile. La trama del film dovrebbe girare intorno al mondo distopico creato dai mass media in un contesto sociale come quello degli anni ’80.

In precedenza invece, al CinemaCon sono state finalmente date maggiori notizie riguardo al villain del film, Cheetah. Stando a quanto riportato da un inviato di Vulture, personaggio che si rifà alla versione creata da Len Wein e George Perez nel 1987, di Kristen Wiig sarà inizialmente un’amica di Diana e, più che una nemesi della principessa amazzone, sarà un’emulatrice che ha la volontà di surclassare il suo idolo.

L’approccio al personaggio di Patty Jenkins è molto simile dunque a quello usato dai moderni fumettisti, da Greg Rucka a Liam Sharp in Rebirth. Barbara Minerva è conosciuta per essere un’archeologa e la migliore amica di Diana Prince, fino alla trasformazione in Cheetah successiva alla maledizione del dio Urzkartaga. Le due, nel film, potrebbero anche entrare in contatto a causa dei desideri di dimostrare l’esistenza di Themyscira e delle amazzoni dell’archeologa e, allo stesso tempo, della volontà di Wonder Woman di tornare a casa. Tutti questi elementi non fanno però di Ceetah, almeno secondo molti, il vero e proprio villain principale del film ,vista anche l’ambientazione anni ’80 e il già annunciato topos della distopia creata dai mass media.

Tra i principali candidati al ruolo di vero e proprio villain ci sarebbero anche Veronica Cale, una sorta di “Lex Luthor” di Wonder Woman che molto bene si collegherebbe alle tematiche filosofiche già introdotte nel primo capitolo (sul bene e il male presente negli uomini) e Maxwell Lord, suggestione tra le più interessanti e forse calzanti visto il contesto del film. Per chi non fosse un avido divoratore di fumetti, Lord è un classico nemico della Justice League in grado di manipolare le menti delle persone, avverso a supereroi come Wonder Woman o Superman che reputa grandissime minacce per l’umanità. Negli anni, ha raccolto dati su di loro collaborando anche a Brother’s Eye (creato da Batman), sistema capace di controllare qualsiasi rete informatica del mondo. Visti gli argomenti della distopia e della tentazione mass-mediatica, Lord sarebbe il personaggio ideale da far comparire nel film.

(via CBR)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui