Facciamo il punto sull’Universo DC con Dan DiDio e i migliori sceneggiatori della casa editrice  (la news potrebbe contenere spoiler)

Dan DiDio esordisce con una battuta su Walmart per introdurre Jimmy Palmiotti e Amanda Conner che stanno scrivendo Wonder Woman per i fumetti Walmart, partner di una nuova iniiativa DC per allargare il suo pubblico.

Dan poi passa al materiale Hanna-Barbera per introdurre Mark Russell. Oggi DiDio sembra essere di buon umore e non risparmia un’altra delle sue battute: “nessuno ha chiesto veramente Superman/Top Cat”

Josh Williamson è il prossimo, che Dan introduce come lo scrittore di Flash di maggior successo degli ultimi 10 anni. Williamson lo corregge, confermando (per ora) l’aria rilassata del panel: “degli ultimi 20 anni”.

Tom King è l’ultimo ospite, con la sua “guardia del corpo” David al seguito.

Dan chiede al pubblico in sala quante persone volevano vedere Batman e Catwoman sposati. La folla dà una forte approvazione e così Dan comincia a chiedere a membri del pubblico perchè.

Dan chiede poi quante persone sono tristi a leggere i fumetti di Tom per poi chiedere a Tom quali sono i suoi piani per Batman. L’autore dice che ha in mente una storia di 100 numeri. Paragona il punto in cui è a metà strada del suo percorso sulla rivista, come è stato un po’ L’Impero colpisce ancora. In definitiva  King vuole che i lettori sentano quello che sente Batman, come è indossare il cappuccio. È la storia in cui Bane distrugge Batman in un modo in cui non è mai stato distrutto prima. Batman può ricostruire se stesso è la questione alla base di tutta la vicenda.

Finalmente si parla di Heroes in Crisis. Tom descrive la storia come un fumetto in cui si verifica un massacro nell’unico luogo sicuro del DCU. Mitch Gerads si unirà alla squadra dei disegnatori titolari. Si fa poi un paragone tra Heroes in Crisis e Mister Miracle, un fumetto che gli permette di scalfire l’intero DCU nello stesso modo in cui Mister Miracle riesce a penetrare i tempi di oggi.

Tom lancia un’altra bomba: citando Dan durante lo sviluppo di questa trama dice “non puoi avere una vera crisi senza un Flash morto”.

Josh Williamson prende il sopravvento: “per farmi uscire da Flash, dovrai uccidermi”. Nessun cambiamento sembra dunque arriverà nel team creativo, anche se dopo Flash War Wally West sarà consegnato a Tom King per Heroes in Crisis.

In Flash, Barry Allen apprenderà che essere il Flash più veloce non ti rende il migliore Flash. La storia imminente sarà Force Quest, che sarà una road story che vede Barry che cerca di imparare di nuovo come diventare un eroe. Dice che la sua prossima storia dopo quella è una che ha voluto fare per molto tempo. Dan allora interroga la folla sui loro Flash preferiti e Wally vince, almeno tra il pubblico.

Mark Russell è il prossimo, e la discussione si sposta su The Snagglepuss Chronicles, che lo porta a chiedere alla folla “a chi piace William Faulkner?”

Mark poi parla di come ha lanciato Huckleberry Hound. Il che gli permette di chiarire che il suo crossover tra Lanterna Verde e il personaggio vedrà in realtà protagonista suo figlio, Huckleberry Hound Jr. Si svolge nel 1972, e si tratta di una crisi di coscienza di Lanterna Verde che usa i suoi poteri per aiutare a correggere i torti di questa era.

Infine, discutono di Second Coming, che Mark lancia come una convivenza tra Gesù e un supereroe che vivono in un appartamento con due camere da letto. Mark dice che è la sua critica al genere dei supereroi, poiché Gesù viene inviato sulla Terra da Dio per imparare da un moderno supereroe, ma il supereroe imparerà invece l’empatia da Gesù. Dan chiede ad Amanda come le piace disegnare Gesù sulle copertine di Second Coming. Lei dice che la sua mamma che canta in chiesa è molto orgogliosa di lei.

Dan fa un accenno ai premi Eisner e riconosce i meriti di Tom e Mark per le loro numerose nomination insieme a quella dei loro collaboratori.

Dan chiede a Jimmy e Amanda quali sono le diverse sensibilità richieste nel loro approccio a Wonder Woman vs. Harley. Jimmy dice che è un tono diverso, e lo definisce molto edificante e divertente. E Amanda dice che adora unire in particolare le personalità di Etta e Diana.

Dopo aver parlato delle prime esperienze professionali, Dan chiede quindi al pubblico quali titoli vorrebbe vedere curati da questi artisti. Uno del pubblico dice che Mark dovrebbe fare in modo che Cyborg si occupi di tutte le cose incasinate su internet.

Da ultimo, Dan chiede a tutti quali sono i loro progetti da sogno: per Tom, è “qualsiasi cosa con te Dan”; per Josh, Superman/Batman; per Mark i villain che non sono all’altezza della Legion of Doom; per Amanda: Power Girl/She-Hulk; per Jimmy, Legion of Super-Heroes.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui