Dopo la morte di un ragazzo di 12 anni e di una ragazza di 13, l’Arabia Saudita ha scelto di vietare diversi videogiochi

La notizia arriva da The Hollywood Reporter, che ha collegato i divieti alla “Blue Whale Challenge“, una sfida sui social media che ha portato alcuni giocatori a completare una serie di prove che si concludono con un suicidio.

Il governo saudita ha scelto di bandire tutti i giochi elencati di seguito per “violazioni di norme e regolamenti”, ma si è rifiutato di citare quali regole abbiano in effetti violato. I critici su Reddit e Twitter la definiscono una mera scusa per reprimere le influenze della cultura occidentale dal momento che non esiste un collegamento tra tutti i videogiochi menzionati.

In ogni caso tra i giochi banditi ad oggi ci sono:

  • Agents of Mayhem
  • Assassins Creed 2
  • Attack on Titan 2
  • Bayonetta 2
  • Clash of the Titans
  • Dante’s Inferno
  • Dead Rising 3 Apocalypse Edition
  • Deadpool
  • Deception IV: The Nightmare Process
  • Deus Ex Mankind Divided
  • Devils Third
  • DmC – Definitive edition
  • Dragon Age: Inquisition
  • Dragon’s Dogma: Dark Arisen
  • Draw to Death
  • Final Fantasy Dissidia
  • Fist of the North Star: Ken’s Rage 2
  • God of War 1
  • God of War 2
  • God of War 3
  • Grand Theft Auto V
  • Heavy Rain
  • Hitman: Absolution (2012)
  • Life is Strange
  • Mafia 2
  • Mafia 3
  • Metro Redux
  • Okami
  • One Piece Burning Blood
  • Past Cure
  • Prison Architect
  • Resident Evil 5
  • Resident Evil 6
  • Saints Row IV
  • SplatterHouse
  • Street Fighter V
  • Street Fighter 30th Anniversary
  • The Order 1886
  • The Saboteur
  • The Witcher 3
  • The Nonary Game
  • Thief
  • Vampyr
  • Watch Dogs
  • Wolfenstein 2
  • Wolfenstein: The New Order
  • YO-KAI WATCH

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui