Il creatore della saga di Metal Gear Solid parla del suo originale modo di creare attesa per i suoi videogiochi.

Hideo Kojima è il re indiscusso dei segreti, nonché un autore incredibilmente abile nel creare una grandissima attesa per i suoi titoli: lo ha già fatto per la serie di Metal Gear Solid e per P.T., il trailer interattivo di Silent Hills, che non vedrà mai la luce. E lo sta facendo anche per Death Stranding, di cui è stato finalmente mostrato il primissimo video gameplay durante lo scorso E3 2018.

Detto questo, l’alone di segretezza e di mistero che avvolge i titoli in uscita di Kojima non è soltanto un modo per pubblicizzarli, uno strumento di marketing o uno stratagemma: dietro le scelte di Hideo Kojima ci sono sempre ragioni ben più profonde.

Nonostante siano già stati mostrati al mondo una serie di trailer e anche un primo video gameplay di Death Stranding, la verità è che si conosce ancora molto poco della nuova fatica di Kojima-san. Ma ciò che affascina i fan è anche il fatto che la maggior parte delle informazioni fornite fino a questo momento e che conosciamo (o pensiamo di conoscere) in realtà sono il risultato di una serie di differenti interpretazioni degli indizi lasciati da Kojima, e che potrete trovare in giro per i forum e la rete in generale.

Dunque, perché tutta questa segretezza? Stando alle parole dello stesso Hideo Kojima, si tratta di una risposta alla struttura moderna di Internet e al fatto che viviamo in un mondo in cui le risposte sono disponibili e ottenibili in maniera molto immediata: ecco quanto dichiarato dal game designer in una recente intervista con Variety:

Viviamo nell’epoca dei social network. In questo periodo storico, le persone vogliono solo risposte immediate, ma non vogliono soltanto risposte. Vogliono anche sapere che sensazioni queste informazioni trasmettono: questo è bene, questo è male, e questo è un gioco che mi piace. Vogliono risposte che riguardano ciò che dovrebbero pensare.

Sempre seguendo questo filo logico, il developer ha aggiunto che, secondo lui, rivelare ogni cosa che riguarda un gioco prima ancora che lo stesso venga pubblicato è un modo errato di fare le cose:

È come un problema di matematica, in cui conoscere la risposta non è poi così importante. La cosa importante è il processo che ha portato all’ottenimento della risposta.

Hideo Kojima ha poi continuato dicendo che il marketing moderno per i videogiochi è una opportunità mancata, a causa della scelta di publisher e developer di rivelare troppi dettagli prima della pubblicazione di un nuovo titolo, il che inficia ciò che fa di un videogioco un videogioco: l’interattività:

Non voglio portare via ai giocatori la parte più divertente.

Death Stranding è al momento ancora in fase di sviluppo e si tratta del primo titolo creato da Kojima dopo la rottura con Konami e l’apertura del suo nuovo studio. Il titolo verrà pubblicato in esclusiva per PS4 e si attende una comunicazione ufficiale che riguardi la sua data di pubblicazione, anch’essa ancora avvolta nel mistero.

Fonte: CB.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui