Pokemon GO: padre e figlio aggrediscono un altro giocatore

0
La violenza torna ad invadere il gioco di Niantic, riaccendendo le polemiche contro Pokemon GO.

Non è la prima volta che Pokemon GO è presente in notizie di cronaca poco piacevoli ma, in questo ultimo anno, gli episodi si erano quasi azzerati e dunque questo nuovo fatto di violenza associato al gioco potrebbe riaccendere una serie di fastidiose polemiche, molto difficili da spegnere sia per Niantic che per i fan stessi.

Una coppia di padre e figlio, rispettivamente di 71 e 31 anni, sarebbero stati arrestati dopo aver aggredito un altro giocatore, dopo un litigio nato per il possesso di una Palestra. La vittima avrebbe accusato la coppia di imbrogliare tirando una bottiglia di Gaterade nella loro macchina, scatenando la violenta reazione dei due. La zuffa tra i tre è stata ripresa dai passanti: il 71enne, dopo aver trovato la vittima, gli avrebbe ritirato la bottiglietta in testa, salvo poi bloccarlo a terra per permettere al figlio di colpirlo. I risultati dell’aggressione sarebbero vistose ferite sul viso, un trauma a un occhio e un dito rotto per la vittima, mentre l’accusa di aggressione di terzo grado per i due aggressori.

Come sempre in questi casi, bisognerebbe semplicemente far prevalere il buon senso e la civiltà, che si stia giocando a Pokemon GO o meno.

(via CB)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui