La Gazzetta della BD – 21 giugno 2018 –

Pubblicato il 21 Giugno 2018 alle 16:00

Tutte le novità a tema BD da Francia e Belgio

Diamo l’addio ad un celebre giornalista, che è legato a Tintin.

Vediamo il primo giorno di apertura del parco di Spirou.

Parliamo di Mondiali con Neymar e andiamo sul cammino di Santiago.

05 – Philippe de Baleine è morto all’età di 96 anni, come annunciato dai familiari

Ma chi era costui? Romanziere, autore di una cinquantina di romanzi, il giornalista e scrittore Philippe de Baleine è morto alla veneranda età di 96 anni, come annunciato dalla figlia. Ex caporedattore di Paris Match, Philippe de Baleine ha scritto numerosi romanzi ispirati ai suoi soggiorni in Africa, Amazzonia e Asia, tra cui Le petit train de la brousse, uno dei suoi libri più famosi.

Ma per il mondo del fumetto è stato anche qualcosa di più: alla sua figura infatti si ispira il personaggio di Hergè di Jean-Loup de la Batellerie, giornalista di Paris-Flash che farà la sua comparsa nel volume I gioelli della Castafiore nel lontano 1962.

Secondo gli specialisti del lavoro di Hergé, il creatore di Tintin, Hergé avrebbe voluto prendere in giro il giornalista dopo aver concesso un’intervista per Paris Match. Dopo aver scoperto con stupore che il contenuto del colloquio era stata recepito in modo abbastanza visionario nell’articolo finalmente apparso sulla rivista, Hergé si è “vendicato”, creando l’iconico duo Jean-Loup Batellerie e Walter Rizotto ( in realtà Willy Rizzo), della rivista immaginaria Paris Flash.

Nel volume di Tintin i due giornalisti sono in cerca di uno scoop e riescono ad essere invitati al castello di Moulinsart per intervistare Bianca Castafiore. Alla ricerca del minimo scoop per aumentare le vendite della loro rivista, annunciano, in seguito a un fraintendimento dovuto alla sordità del professor Girasole, il matrimonio di Castafiore con Haddock.

I due torneranno anche in altre due storie: nella versione del 1965 de L’isola nera, dove interrogano Tintin, e poi in Tintin e i Picaros, dove hanno un colloquio con il capitano Haddock.

04 – Tintin ed ONU per il rispetto dei diritti umani

Dupuis e l’Organizzaione delle Nazioni Unite si sono uniti per una iniziativa volta a celebrare il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo: un numero speciale del Journal Spirou.

Per celebrare l’evento è stato anche lanciato un hashtag per Spirou, ovvero # spirou4rights

Le Journal de Spirou, meglio conosciuto col diminutivo Spirou, è un settimanale a fumetti franco-belga, fondato nel 1938 dall’autore Charles Dupuis per le edizioni Dupuis, di proprietà del fratello Jean.

Negli anni ospiterà i principali autori del fumetto europeo, tra i quali ricordiamo, tra gli altri, Hermann e Peyo.

La Dichiarazione universale dei diritti umani è invece un documento sui diritti individuali, firmato a Parigi il 10 dicembre 1948, la cui redazione fu promossa dalle Nazioni Unite perché avesse applicazione in tutti gli stati membri.

03 – Il parco dedicato a Spirou è finalmente aperto

Dopo la prima pietra a luglio 2017 e l’inaugurazione del 1° giugno, il Parc Spirou Provence ha finalmente aperto i battenti al pubblico, dopo l’anteprima della scorsa settimana. Per la gioia di tutti gli appassionati di fumetti BD e dei molti bambini del sud (ma non solo) della Francia. Ma anche un momento speciale per il suo fondatore e presidente Daniel Bulliard. “È con grande emozione che abbiamo accolto i primi numerosi visitatori all’apertura del parco”.

Il Parc Spirou Provence è stato sviluppato in modo che tutti trovino universi e personaggi per loro accattivanti, così i visitatori hanno potuto scattare foto con le varie mascotte, come Gaston Lagaffe, Lucky Luke e i Dalton, Marsupilami e molti altri.

In termini di attrazioni, i primi visitatori del parco hanno potuto godere di quasi tutte, dato che solo due sono ancora in fase di completamento. “Dovrebbero essere consegnate entro il 15 luglio”, riferisce Daniel Bulliard. Ma nessuna preoccupazione, lo Spirou Racing ha già attirato l’attenzione di tutti.

Montagne russe con cadute verticali di oltre 20 metri, tutte a più di 70 km/h. Gaston Lagaffe ha invitato i visitatori a scoprire gli uffici del Journal de Spirou con un simulatore digitale. I più giovani potevano volare a bordo di un fiore nella terra di Marsupilami.

Il prezzo del biglietto per adulti è di euro 32 (euro 25 per bambini dai 4 agli 11 anni).

15 euro è invece il costo del Lucky Pass Award, un pass che consente l’accesso rapido a cinque attrazioni.

02 – Una stella della nazionale brasiliana che sembra piacere a tutti

In occasione dei Mondiali 2018, sono usciti questi volumi dedicati ai bambini che hanno come protagonista la celebre stella brasiliana Neymar Jr., campione del Paris Saint Germain nella Ligue 1 francese e della nazionale brasiliana (con la quale sta appunto disputando il campionato Mondiale 2018 in Russia).

Nella sua giovinezza, Neymar Junior gode di tutto e pratica molte attività; ma soprattutto condivide la sua passione per il pallone con sua sorella Rafa, animali e personaggi divertenti. Segui le sue incredibili avventure!

Paragonato giustamente o meno al grande Pelé, è considerato uno dei migliori calciatori al mondo e, proprio per questo paragone, è soprannominato O Ney dai tifosi brasiliani per l’assonanza con O Rei, che è appunto il soprannome di Pelé. Neymar calcisticamente è cresciuto nella squadra brasiliana del Santos Futebol Clube, noto anche come Santos, la società calcistica brasiliana con sede a Santos, nello stato di San Paolo.

Come si vede dalla copertina, le storie sono semplici e dedicate ai bambini più piccoli.

01 – Percorriamo il cammino di Santiago con Jhen

Se Alix ha avuto collane parallele dedicate all’approfondimento storico, anche Jhen, altra creatura di Jacques Martin, non è da meno, avendo anche lui questa collana dedicata al patrimonio culturale ed artistico della sua età.

L’arte di ritrovarti alla scoperta del mondo, passo dopo passo.

È tempo di attraversare il tempo e la Francia e Jhen ci porta sulle orme di Giacomo di Compostela, incontrando Giacomo il Maggiore, un martire cristiano, il cui corpo fu portato dai discepoli in Galizia dopo la decapitazione. Incontriamo quindi nel volume i pellegrini, che – tra leggende e realtà – scoprono il patrimonio francese. Dalle origini del pellegrinaggio alla leggenda aurea di Giacomo De Varagine (o Giacomo De Fazio), le costruzioni delle cattedrali attraverso l’incontro di figure chiave della storia della Francia, come Nicolas Flamel, l’alchimista, Jacques Coeur, Prosper Mérimée o Bernard de Clairveaux… Jhen ci porta a scoprire uno dei più famosi viaggi iniziatici d’Europa.

Articoli Correlati

La seconda stagione dell’anime di Jujutsu Kaisen si è conclusa sconvolgendo il mondo degli stregoni, con gli eventi...

18/07/2024 •

08:15

Durante l’infanzia a molti di noi è capitato di trovarci nella situazione di non riconoscere più noi stessi. Sia per...

18/07/2024 •

07:00

Jujutsu Kaisen ha sicuramente abituato i fan a non affezionarsi troppo ai suoi personaggi. Non a caso anche i personaggi più...

17/07/2024 •

16:36