Boruto: la serie animata svela due momenti inediti rispetto al film

0
L’anime di Boruto, sequel di Naruto, sta attualmente trasponendo gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, attualmente, sta cavalcando l’onda della trasposizione del lungometraggio “Boruto: Naruto the Movie” (2015, Giappone), ovvero il primo progetto in assoluto dedicato al sequel di “Naruto” ideato da Masashi Kishimoto, con la grande differenza che la produzione settimanale sta includendo tantissimi dettagli e informazioni inediti (sempre provenienti dalla mente geniale di Kishimoto) che il film ha visto sottrarsi per adeguarsi alla durata consentita.

L’anime, pertanto, non ha vincoli e può includere quanti dettagli necessari per rendere la narrazione del film la più lineaere e logica possibile e lo fa aggiungendo momenti inediti. Negli ultimi episodi, difatti, ne abbiamo riscontrati due di rilievo: il primo nel corso degli esami dei Chunin; il secondo nel momento dell’invasione del clan Otsutsuki che sancisce la temporanea scomparsa di Naruto.

In merito alla primo punto menzionato, nel film lo scontro finale dell’esame di selezione dei Chunin, costituita da una Battle Royal da 3 contendenti, non si verifica neanche, ma si interrompe alle semifinali con Boruto che viene squalificato e rimproverato dal padre, Naruto, per aver battuto Shikadai Nara, figlio di Shikamaru, con la tecnologia ninja la quale è vietata agli esami. Gli esami sono interrotti a causa dell’invasione degli Otsutsuki.

Nell’anime, invece, Boruto passa la semifinale battendo Shikadai con la tecnologia, ma nessuno se ne rende conto e così si passa alla finale la quale prevede una Battle Royal contro Shinki del Villaggio della Sabbia (figlio di Gaara) e Sarada Uchiha.

Lo scontro si conclude con Boruto che batte Shinki, ma con la tecnologia ninja ed è solo qui che Naruto si rende conto che il figlio ha imbrogliato tutti e ricorso a strumenti che non possono valutare le abilità naturali di un aspirante ninja. Naruto, quindi, squalifica il figlio e gli dice che non è pronto per essere un ninja, pertanto le modifiche dei risultati saranno decretate in seguito. Subito dopo, regolarmente, avviene l’invasione degli Otsutsuki.

https://twitter.com/SpiralingSphere/status/1008280725341302785

Passando al secondo punto, ovvero l’invasione, non vi sono molte differenze tra film e anime, a parte il grande impatto emotivo e suggestivo che l’anime offre nel momento in cui Naruto si sacrifica per proteggere tutto il Villaggio dall’attacco violento del nemico.

Questa parte è molto più coinvolgente ed elaborata rispetto al film in quanto, mentre Naruto si sacrifica e Boruto realizza il vero valore del padre e la sua stupidaggine nell’averlo sempre criticato, vengono svelati dei flashback toccatissimi dedicati ad immagini ufficiali della famiglia Uzumaki: Naruto, Hinata, Boruto e Himawari. Tra i vari fotogrammi che scorrono ve n’è uno inedito con Naruto che tiene tra le braccia un Boruto appena nato e accolto in fasce (una scena molto, ma molto di impatto che ricorda il momento del sacrificio di Minato Namikaze e Kushina Uzumaki che nello stesso giorno della nascita del figlio Naruto hanno sacrificato la vita proteggendolo dalla Volpe a Nove Code scatenata da Obito Uchiha).

Naruto Uzumaki stringe Boruto tra le sue braccia. Scena inedita nell’universo della nuova generazione. Photo: (Studio Pierrot).

Se ve le siete perse qui potete leggere le anticipazioni con SPOILER degli episodi di giugno e inizio luglio di Boruto: Naruto Next Generations.

Boruto: Naruto Next Generations è un manga disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 24 capitoli, e i primi 19 sono raccolti in 5 volumi.

In Giappone sono stati pubblicati cinque romanzi di Boruto i quali ispirano l’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non ha raggiunto gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 4 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, prodotta da Studio Pierrot e trasmessa ogni giovedì su TV Tokyo, ha raggiunto i 62 episodi.

Naruto, invece, è stato realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014 all’interno della rivista Weekly Shonen Jump (Shueisha). Con 700 capitoli pubblicati e 72 volumi totali, l’opera è interamente disponibile in Italia sotto l’etichetta di Planet Manga. La due serie animate che hanno trasposto il manga, ovvero Naruto e Naruto Shippuden, inglobano in totale ben 720 episodi e l’ultimo è stato trasmesso il 23 marzo 2017. In Italia Naruto è stato trasmesso interamente, mentre la serie “Shippuden” è ferma dal 24 aprile 2017 con l’episodio 320.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui