Bethesda: tutti gli annunci dall’E3 2018

0
Una delle conferenze più attese per questo E3 2018 era senza dubbio quella di Bethesda che si è tenuta stanotte. Tra vecchi franchise e nuovi la compagnia di Pete Hines non ha lesinato novità, anche se forse ci si aspettava qualcosina di più per quanto riguarda le informazioni sui titoli.

È arrivata dunque la tanto attesa conferenza Bethesda, carica di nuovi annunci e gameplay di giochi già annunciati, ma anche sorprese del tutto inaspettate o altre che erano più attese ma sono state in parte deluse, ma andiamo con ordine cronologico.

Quando Pete Hines è salito sul palco con la sua solita simpatia ha esordito subito con Rage 2 e un gameplay registrato di una delle missioni del gioco. Il titolo risulta essere davvero curioso ma curato in ogni minimo particolare essendo anche open world, ma ciò che ha impressionato più di tutto è stata la bellezza e della dinamicità degli scontri visti su schermo.

Le prime quattro bombe della serata vengono sganciate poco dopo e riguardano: un nuovo DLC di Prey chiamato Mooncrash che conterrà una modalità online esclusiva dal nome Typhon Hunter, in cui 4 giocatori si tramuteranno in mimic e dovranno nascondersi da un quinto player che dovrà trovarli.

La seconda bomba riguarda il DLC di Wolfenstein II The New Colossus, intitolato Youngblood. La storia vede protagoniste le figlie di William Blazkowicz che dovranno collaborare per eliminare la minaccia nazista con la possibilità di giocare anche in co-op mode.

La terza bomba è, quella di DOOM Eternal. Si tratta del seguito del reboot uscito nel 2016, con le immagini che verranno mostrate al Gamescom 2018 con un panel dedicato.

Ma la quarta bomba a sorpresa è quella che viene mostrata con un teaser trailer che parte con sottofondo musicale che molti di noi già conoscono, è quella della famosissima saga di The Elder Scrolls, che parte in sordina senza nessun titolo annesso.

Ma il vero pezzo forte della serata viene presentato da Todd Howard con l’attesissimo Fallout 76. Quello che si è capito è che sarà un ibrido single player con l’aggiunta massiccia dell’online, in un mondo di gioco dove dozzine di giocatori potranno interagire tra di loro in diversi modi, dal PVP fino alla più classica cooperazione. Ma, cosa che forse all’inizio preoccupava qualcuno, questo titolo può essere giocato anche totalmente in single player, con una gran cura dedicata al crafting e al building già vista con Fallout 4.

Il gioco sarà disponibile a partire dal 14 novembre 2018 e avrà una fase di test anticipata. Sarà venduto in tre edizioni: la standard edition, la special edition che contiene una mappa della West Virginia che si illumina al buio e la Power Armor edition, una collector composta da un casco della Confraternità d’acciaio con il faretto frontale e in grado di modificare la nostra voce.

https://www.youtube.com/watch?v=fwOYEsnm1i4

Fallout 76 sarà un gioco vastissimo davvero, ben 4 volte le dimensioni di Fallout 4 e sarà ambientato, come già in molti avevano ipotizzato, in West Virginia. Il Vault 76 è stato creato per celebrare i 300 anni degli USA. Dal punto di vista tecnico, è stato detto che è stata utilizzata un nuovo tipo di motore grafico per per illuminazione rendering e gli eventi meteorologici.

Ci saranno diverse regioni e varie creature del tutto inedite. Il gioco, come già detto, sarà completamente online, ma si potrà anche giocare in solitaria, con una lunga storia e altre sotto quest annesse, e inoltre ci sarà la possibilità di accedere a delle basi missilistiche nucleari sulla mappa da cui potremo scatenare degli olocausti nucleari.

Subito dopo è stato presentato in maniera piuttosto veloce e sintetica The Elder Scrolls Blades, un titolo che sarà solo smarthone e uscità alla fine dell’anno gratis sia Android che su iOS. Uno dei colpi di scena della serata è stato invece l’annuncio del tutto inatteso di Starfield, un gioco di ruolo fantascientifico, che si presenta come la prima nuova IP dopo 25 anni di Bethesda Softworks. Già da tempo qualche voce serpeggiava la riguardo, ma sarà effettivamente il prossimo titolo in uscita.

Insomma una conferenza piuttosto ricca di novità, ma forse ci si aspettava qualcosa di più, sia per le informazioni che delle immagini per quanto riguarda l’attesissimo nuovo capitolo della saga di The Elder Scrolls, ma non è detto comunque che qualcosa non venga fuori nei prossimi giorni.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST