My Hero Academia 3×09 & 3×10: All For One – Il Simbolo della Pace | Recensione

0
Eccoci qua, con il consueto appuntamento per il commento alla terza stagione di My Hero Academia. Questa volta approfondiremo l’episodio numero 9, intitolato All For One e l’episodio numero 10, intitolato Il Simbolo della Pace.

L’ultima puntata ci aveva lasciato con la presentazione degli eroi coinvolti nella missione di recupero di Bakugo e con gli studenti Midoriya, Kirishima, Todoroki, Yaoyorozu e Iida pronti a infiltrarsi nel nascondiglio dell’Unione dei Supercattivi. Vedremo come la situazione si evolverà fino a uno degli scontri più duri di tutta la serie.

  • All For One, l’uomo che voleva tutto per sé 

La puntata riprende con la conferenza stampa da parte della U.A. per rispondere degli eventi da poco accaduti. I media cercano in ogni modo di provocare i professori che però riescono a gestirli. Rassicurano che, per il momento, la cosa più sicura per gli studenti non è stata compromessa, anche quella di Bakugo che, nonostante abbia più volte dimostrato il suo squilibrio mentale, in virtù della sua enorme voglia di primeggiare non si abbasserebbe mai a passare dalla parte dell’Unione.

Nel frattempo Midoriya e i compagni raggiungono il nascondiglio dove il rintracciatore li ha guidati. Scoprono però che Bakugo non si trova in quella zona ma qui ci sono numerosi Nomou conservati all’interno di vasche. Anche i Pro Hero si danno da fare: una squadra (All Might, Kamui dei Boschi, Gran Torino, Edgeshot ed Endeavor) converge verso la base segreta dell’Unione mentre un’altra (Mt. Lady, Tora, Best Jeanist e Gang Orca) si dirigono all’altro possibile nascondiglio.

 

All Might è consapevole che in una situazione del genere potrebbero incontrare non solo l’Unione dei Supercattivi al completo ma anche la mente dietro a tutto ciò: il suo acerrimo nemico All For One. I Supercattivi, essendosi informati grazie alla conferenza della U.A. credono che le indagini siano ancora in alto mare e così si fanno prendere alla sprovvista. All Might irrompe nella base insieme a Kamui che immobilizza tutti. Shigaraki cerca di richiamare i Nomou ma non rispondono perché la squadra di Best Jeanist è intervenuta nell’altro nascondiglio a bloccarli. L’assalto sembra essersi concluso vittoriosamente e All Might chiede a Shigaraki dov’è il suo maestro. La scena stacca con un flashback di Shigaraki in cui scopriamo il suo vero nome e il rapporto con All For One.

Ma all’improvviso appaiono i Nomou e Bakugo comincia a scomparire. All Might non riesce a raggiungere il giovane: inizia una feroce battaglia fra i Pro Hero e la polizia contro i Nomou, ma sono decisamente troppi. Com’è possibile l’intervento dei Nomou? Ci viene spiegato subito con un cambio di scena a due minuti prima nel nascondiglio con Best Jeanist e Midoirya. Vediamo Tora che salva la sua compagna di squadra Ragdoll che era scomparsa insieme a Bakugo ma quando la situazione sembrava essere sotto controllo si sentono i passi di un uomo provenire dall’ombra, Best Jeanist interviene subito a intrappolarlo ma con un’esplosione si libera e l’episodio si conclude, lasciandoci il dubbio della sua identità.

  • Il Simbolo della Pace contro il Simbolo del Male

Nell’episodio dopo il combattimento contro i Noumu prosegue e, chiedendo alla squadra di Best Jeanist come hanno fatto i Noumu ad arrivare da loro, non ricevono alcuna risposta. Infatti, vediamo che Jeanist a terra ma è riuscito a portare in salvo gli altri. L’uomo che ha causato l’esplosione ha uno strano apparecchio che gli copre la testa e sembra essere la mente dietro l’Unione dei Cattivi: All For One. Gli studenti sono terrorizzati quando appaiono vicini al nemico Bakugo e i componenti dell’Unione. Midoriya è pronto a intervenire ma Iida lo blocca. Prontamente arriva All Might che colpisce l’uomo con un pugno ma viene bloccato a mani nude. Inizia lo scontro fra All Might e All For One. Il Simbolo della Pace contro il Simbolo del Male. Vediamo alcune delle Unicità di cui All FOr One si è impossessato. Riesce a spazzar via All Might e attiva forzatamente l’Unicità di Kurogiri. Coì l’Unione dei Cattivi comincia ad attaccare seriamente Bakugo per poter fuggire con lui mentre All For One tiene occupato All Might. Midoriya, però, riesce ad escogitare un piano per portare in salvo Bakugo senza dover combattere per poi permettere ad All Might di scatenarsi al massimo. Mettono in atto la strategia che consiste nel, prima sfruttare la propulsione del suo All For One e del Recipro di Iida mentre tengono saldamente Kirishima con l’indurimento per rompere la parete. Nel frattempo, Todoroki crea una strada di ghiaccio il più alta possibile, in questo modo attraverseranno il campo da battaglia in “volo” e Kirishima, la persona più vicina a Bakugo, dovrà chiamarlo e porgergli la mano. Il piano riesce anche grazie alle esplosioni di Bakugo che gli permettono di volare fino ai propri compagni. Poco dopo All For One riesce comunque a far fuggire anche i membri dell’Unione. Inizia il vero scontro alla massima potenza fra All Might e All For One.

All Might è al limite ma riesce a mettere al tappeto il suo avversario. Lo vediamo con metà viso in forma Hero e metà viso in forma normale ma All For One non è ancora sconfitto.

L’arco narrativo del ritiro fra i boschi e questi episodi del salvataggio di Bakugo ci hanno preparato per una delle battaglie più difficili di tutta la serie. Il Simbolo della Pace, il numero uno dei Pro Hero, detentore del One For All dovrà vedersela contro il Simbolo del Male, il responsabile della ferita di All Might e detentore dell’Unicità che gli ha anche dato il nome, All For One. Questa battaglia avrà un estrema importanza per la serie e chi ha letto il manga lo sa bene. Esiste un prima e un dopo All Might contro All For One.

Particolarmente degno di nota in questi episodi è anche la gestione dei giovani protagonisti. Sarebbe stato banale e, anzi contraddittorio, portarli nel covo e far salvare a loro Bakugo senza l’intervento di nessun altro. Horikoshi ci dice che questi personaggi sviluppano un’esperienza che poi non sarà dimenticata. Nel caso di Midoriya e Iida ad esempio, gli studenti non dimenticano cosa è successo ad Hosu con Stein, ed infatti cercano in tutti i modi di non infrangere la legge anche dopo la giusta testardaggine e impulsività di Midoriya. Ottima scelta ed elaborazione anche quella del salvataggio in sé. E’ importante sia per Bakugo che per i suoi compagni che siano stati loro a salvarlo: questo potrà portare il personaggio “esplosivo” a un nuovo approccio verso i propri compagni/rivali.

  • Anticipazioni

L’episodio numero 11 è intitolato “One for All” e sarà disponibile dalle 18.00 del 16 Giugno sulla piattaforma di streaming legale e gratuito VVVVID.it. Ecco di seguito la trama:
“La resa dei conti tra il Simbolo della Pace e il Grande Villain si conclude!
Izuku e i suoi compagni di classe del corso per Heroes riescono nell’intento di salvare Bakugo. Nel frattempo, All Might ingaggia una dura battaglia con All for One e quest’ultimo sta raggiungendo sempre più il suo limite di battaglia. Come si concluderà la feroce battaglia?”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui