Vampyr: trailer di lancio

0
Vampyr, l’Action RPG dal forte comparto narrativo di Dontnod Entertainment, è da oggi disponibile nei negozi. Potremo dunque vestire i panni del Dr. Jonathan Reid, appena trasformatosi in vampiro, e prepararci ad essere salvatore o carnefice di una Londra del 1918, su PlayStation 4, Xbox One e PC.

In Vampyr vestiremo i panni del Dr Jonathan Reid, un famoso chirurgo specializzato nelle trasfusioni di sangue, che è appena tornato dalla Grande Guerra alla sua città natale, Londra, per scoprirsi diventato un vampiro. Essendo un uomo di logica e scienza, egli vedrà tutti i suoi dogmi e credi capovolti, ritrovandosi immerso in un mondo sovrannaturale pieno di società segrete, creature abominevoli e antichi ordini che hanno il compito di terminare la sua esistenza.

Tutto questo viene accompagnato dal crollo della popolazione londinese, afflitta da una terribile malattia, di cui il Dr. Reid potrebbe essere l’unica speranza per fermarla. Qui di seguito vi riportiamo il bellissimo trailer di lancio che ha accompagnato l’uscita del titolo per PlayStation 4, Xbox One e PC:

Ogni singolo cittadino in Vampyr fa parte di una rete sociale interconnessa e il destino di uno di questi influenzerà necessariamente la vita di tutti gli altri, oltre che la narrazione del gioco intero. Ogni abitante ha la sua storia, la sua vita e i suoi obiettivi personali. Alcuni chiederanno il nostro aiuto, alcuni ci potranno vendere degli oggetti rari.

Di ogni personaggio che incontreremo durante il nostro cammino potremo decidere della vita o della sua morte, ovviamente risparmiandolo dovremo fare a meno del sangue, viceversa invece il loro sacrificio ci sarà molto utile per il proseguo della nostra avventura.

Reid infatti è un vampiro e il modo più veloce per diventare potenti e sbloccare nuove abilità sovrannaturali è bere il sangue degli umani. In Vampyr la domanda da porsi non è tanto “Devo uccidere?”, ma piuttosto “Chi dovrei uccidere?”. Nei panni del dottore spesso ci troveremo a dover affrontare scontri mortali e ogni cittadino ci tenterà con il suo sangue, fonte di energia per noi. Ma come è logico aspettarsi, per ogni nostra azione negativa ci saranno delle conseguenze.

Ognuno dei quattro distretti di Londra ha un livello di salute collegato direttamente con il numero di cittadini vivi, morti e ammalati. Nutrendosi raramente e mantenendo la popolazione in salute grazie all’utilizzo di medicinali, si potrà mantenere un equilibrio stabile della popolazione e della sua salute.

Tuttavia, se il livello di salute scende troppo, il distretto sarà invaso dalle creature sovrannaturali e ogni missione diventerà molto più complicata da affrontare, oltre al fatto che ogni negozio e cittadino che vivevano lì andranno persi per sempre. Il gioco potrà essere completato anche se tutti i distretti di Londra cadono nell’oscurità, ma l’esito sarà adatto a questa avventatezza.

Le nostre azioni quindi salveranno o condanneranno Londra in maniera definitiva, se riusciremo a giocare bene le nostre carte portando avanti il nostro lavoro umano e ricorrendo il minimo possibile a nutrirci del sangue dei cittadini, porteremo a termine il gioco nella maniera più virtuosa e positiva, ma come dicevamo, questo non sarà una discriminante, sarà solo un modo diverso di completare il gioco a nostro personale gusto.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST