Il nuovo Ministro dell’Istruzione si scaglia contro i fumetti !

    0
    Il neo eletto ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, non sembra apprezzare troppo la nona arte…

    Attuale capo dell’ufficio scolastico territoriale del ministero dell’Istruzione a Milano, e adesso anche ministro dell’Istruzione del nuovo governo Conte, Marco Bussetti si è pronunciato su varie tematiche che riguardano la scuola e l’istruzione in generale.

    In particolare, a proposito dei compiti da assegnare ai ragazzi durante le vacanze ha detto: “se fossi un docente di scuola primaria o secondaria, non esagererei con milioni di esercizi noiosi e pesanti (…). Io sono perché si facciano un po’ di compiti, con intelligenza. Invece di stare tutta l’estate seduti sulla sdraio a leggere i fumetti o a giocare col cellulare, meglio essere stimolati da buone letture o attività che tengano acceso, vigile, attento, impegnato il cervello.”

    Questo ci fa capire che Bussetti è tra i tanti che ancora considerano i fumetti letture di serie B, che non stimolano la mente e la creatività, ma anzi la atrofizzano. Un altro passo indietro, dunque, per quanto riguarda lo sdoganamento del fumetto come vera e propria forma d’arte, di certo non inferiore o degna di meno considerazione rispetto alle altre.

    Evitando le considerazioni di tipo politico, dobbiamo però ammettere che per questo nuovo Governo avremmo sperato in un ministro dell’Istruzione dalle vedute un po’ più “ampie”….

    telegra_promo_mangaforever_2

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui