Stan Lee minacciato da due uomini armati nei pressi della sua casa

    0
    I due sono stati arrestati dalla polizia.

    Il Daily Mail riporta ora che nella serata di giovedì scorso, Stan Lee è stato avvicinato da due uomini armati di pistola nei pressi della sua casa a Los Angeles. La polizia è intervenuta in seguito alla segnalazione circa un uomo armato che stava minacciando l’autore. I due individui sono stati arrestati ma non è chiaro se siano ancora detenuti dalle forze dell’ordine.

    Stando a quanto riportato da un testimone, uno dei due uomini armato ha preteso che Lee gli restituisse dei soldi. I due individui hanno gettato le loro pistole prima dell’arrivo delle forze dell’ordine ma la polizia ha rinvenuto le armi. Le cause dell’incidente sono ancora sotto inchiesta.

    E’ un periodo turbolento per Stan Lee, 95 anni, leggendario fumettista e co-creatore della Marvel Comics. Negli ultimi tempi, l’autore, ormai quasi cieco, ha dovuto affrontare la morte della moglie Joan, è stato accusato di molestie sessuali dalle sue infermiere, è stato ricoverato in ospedale per un’aritmia e ha dovuto affrontare la polmonite. Inoltre, uno dei suoi ex-soci, in combutta con una delle infermiere, ha rubato il sangue dell’autore per autografare alcuni albi Marvel e rivenderli a somme altissime.

    Come se non bastasse, Lee ha dovuto vedersela con le speculazioni circa eventuali abusi psicofisici subiti ad opera della figlia J.C.. Di recente l’autore ha intentato una causa di un miliardo di dollari contro la POW! Entertainment, società di cui è stato co-fondatore nel 2001. Due ex-soci avrebbero approfittato delle precarie condizioni di salute del fumettista per fargli firmare un contratto col quale ha ceduto i diritti di sfruttamento del suo nome e della sua immagine.

    telegra_promo_mangaforever_2