Pokemon GO – nuovi provvedimenti contro gli imbroglioni

0
Niantic ha annunciato una nuova ondata di provvedimenti anti-cheat.

Continua la lotta di Niantic contro gli “imbroglioni” di Pokemon GO, ovvero chi usa terze applicazioni in grado di modificare la posizione GPS per facilitare gli spostamenti. Dal proprio account Twitter, Niantic fa sapere di aver preso dei provvedimenti contro i Pokemon ottenuti illegalmente, “sbarrandoli” graficamente e privandoli, a tutti gli effetti, della loro utilità.

“Come parte del nostro impegno per favorire un gameplay divertente e leale in Pokemon GO, continuiamo a intervenire contro giocatori che usano applicazioni terze per aggirare il nostro gameplay e violare i nostri TOS. I Pokemon catturati mediante l’utilizzo di questi servizi appariranno sbarrati e saranno inutilizzabili” il tweet di Niantic.

Ovviamente, i Pokemon sbarrati non possono essere piazzati nelle Palestre, non possono essere utilizzati nelle lotte e non saranno nemmeno in grado di evolversi. Questo metodo era già stato utilizzato lo scorso anno contro gli utenti che si avvalevano di Bot, mentre questa volta nel mirino degli sviluppatori sono finiti gli utilizzatori di Fake GPS e programmi simili.

(via WWG)

telegra_promo_mangaforever_2