Boruto: la prima apparizione di Kawaki e il potere divino di Boruto

Pubblicato il 1 Maggio 2018 alle 14:00

Svelata anche l’illustrazione a colori del capitolo 23 di Boruto: Naruto Next Generations con Boruto Uzumaki e Kashin Koji.

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Il numero 23 di Weekly Shonen Jump (Shueisha), disponibile in Giappone da mercoledì 2 maggio 2018 in Giappone, svelerà il capitolo numero 23 di Boruto: Naruto Next Generations, il manga scritto da Ukyo Kodachi, disegnato da Mikio Ikemoto, edito e supervisionato da Masashi Kishimoto e seguito diretto del capolavoro di “Naruto”.

Il capitolo, intitolato “Karma”, si può definire senza fin troppi dubbi il migliore che la serie di Boruto abbia mai offerto dal suo debutto di maggio 2016 dal momento aggiunge non solo un tassello importante all’attuale arco narrativo della comparsa dell’Organizzazione Kara, ma lancia un segnale verso il futuro della serie, o meglio, verso quel futuro e per chi è in pari con la programmazione giapponese avrà sicuramente già colto il nostro pensiero.

Anche per chi sta semplicemente seguendo settimanalmente la serie animata di Boruto, ispirata al manga di cui stiamo appunto parlando, saprà che la prima vera scena iniziale mostra la vita della nuova generazione in un prossimo futuro, ma quel futuro è fatto di distruzione e completa desolazione con il Villaggio della Foglia completamente distrutto compresi i volti degli Hokage.

Su quel monumento ci sono però due guerrieri, un villain e un ninja, Kawaki e Boruto.

Kawaki è il villain che ha commesso quell’orrenda distruzione e a contrastarlo c’è il ninja, Boruto, che cerca in qualche modo di salvaguardare il suo ruolo dal momento che il minaccioso nuovo nemico sembra voglia mettere completamente fine all’era dei ninja e spedire il figlio di Naruto dove si trova quest’ultimo (il che ci lascia dedurre un oscuro scenario). Nel corso di quel momento Boruto e Kawaki si preparano a lottare e, prima di scontrarsi, attivano il loro potere derivante da un segno maledetto presente sul palmo della mano per poi propagarsi sul corpo come un tatuaggio.

Dopo lo scontro, nulla si è più saputo nè dello scenario e nè di Kawaki.

Tuttavia, nell’ultimo capitolo del manga abbiamo avuto un succulento assaggio di tutto questo mistero ancora fin troppo velato.

Dopo la morte di Ao, il membro esterno dell’Organizzazione Kara, Kashin Koji, si è rivelato ai nostri nuovi ninja (il nuovo Team 7 capitanato da Konohamaru) e ha cominciato un violento scontro nel quale ha svelato alcune delle sue abilità come il Rasengan e diverse altre abilità che nascono da l’allenamento da ninja e non grazie alla tecnologia ninja.

In seguito, il villain ricorre ad una tecnica di sigillo che sta per assassinare Konohamaru, ma Boruto, spinto dall’istinto di salvarlo, evoca per la prima volta il suo potere generato dal segno maledetto menzionato prima. Il segno si propaga per il corpo come un tatuaggio e Kashin Koji, sorpreso e spaventato, ne riconosce la pericolosità quindi batte in ritirata per il momento. In più, l’uomo mascherato chiama il potere di Boruto col nome di “Karma”.

Il potere maledetto è sorto in Boruto subito dopo aver ucciso Momoshiki Otsutsuki, ovvero una divinità. Lo stesso Momoshiki, prima di morire, gli aveva svelato che uccidere un Dio equivale ed essere maledetto e la sua vita ne sarà costellata. Il potere conferito è una di queste maledizioni.

Cliccate QUI e QUI per vedere la prima apparizione del potere divino di Boruto.

In seguito, dopo la scomparsa temporanea di Kashin Koji il gruppo decide di tornare al Villaggio della Foglia per far rapporto di tutto ciò a Naruto, ma nel cammino incontrano un giovane ragazzo esanime al suolo dopo una dura battaglia contro delle marionette tecnologiche. Di istinto, evitando il pericolo, Boruto si catapulta per controllare lo stato del ragazzino e si rende conto che anche quest’ultimo possiede quel marchio maledetto sul polso della mano.

Ed ecco quindi svelata la prima vera apparizione di Kawaki, il prossimo cattivo della serie. Il villain si mostra con quel segno maledetto, pertanto anch’egli è stato protagonista dell’assassinio di un Dio.

Il capitolo si conclude con un Boruto davvero perplesso e questo è soltanto l’inizio verso quello che sarà il disastro generato da una nuova guerriglia che distruggerà le basi della pace che ancora per poco regna nella nuova generazione.

Cliccate QUI, QUI e QUI per vedere la prima apparizione di Kawaki.

Prima di concludere, ecco a voi la pagina a colori che ha anticipato il capitolo realizzata da Mikio Ikemoto. L’illustrazione presenta Kashin Koji e Boruto Uzumaki:

Se ve le siete perse qui potete leggere le anticipazioni degli episodi di aprile e inizio maggio di Boruto: Naruto Next Generations.

BORUTO: Naruto Next Generations è disegnato da Mikie Ikemoto (assistente di Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 22 capitoli, e i primi 15 sono raccolti in 4 volumi.

E non solo, sono stati pubblicati cinque romanzi di Boruto i quali ispirano l’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non raggiungerà gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 3 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, creata da Studio Pierrot e trasmessa ogni mercoledì su TV Tokyo, ha raggiunto i 55 episodi.

Articoli Correlati

Attenzione: quello che scriveremo in questo articolo contiene SPOILER. Se sei quindi sensibile a questo argomento non leggere!...

15/01/2022 •

09:32

Il 3 Marzo 2022 esce nelle sale The Batman e le uscite Panini DC Italia celebrano l’evento con numerosi volumi dedicati al...

15/01/2022 •

09:04

Nonostante la grande incertezza che circonda il network The CW al momento, l’espansione dell’Arrowverse potrebbe continuare...

15/01/2022 •

08:02