Linus: Art Spiegelman disegna la copertina del nuovo numero

0
Con il numero di maggio comincia anche la nuova direzione di Igort della rivista

Igort (nome d’arte di Igor Tuveri) ha preso il posto da questo mese di Pietro Galeotti. Tra le tante novità del nuovo corso anche una collaborazione con Art Spiegeman. Ecco la copertina del numero di maggio:

La copertina di questo nuovo corso è, infatti, un’opera inedita di Art Spiegelman, l’autore di Maus, uno dei più apprezzati e prestigiosi fumettisti viventi. Si inaugura dunque una stretta collaborazione dell’artista americano con linus, che porterà alla pubblicazione, nei prossimi numeri, di altre opere inedite di Spiegelman. Alcuni suoi lavori sono presenti anche nell’inserto upside-down, Resist! Uscito in America dopo l’elezione di Trump la rivista contiene i lavori delle più grandi fumettiste e illustratrici mondiali – con l’apporto di alcuni artisti uomini che hanno prestato le loro opere a una giusta causa – e si può considerare il precursore del movimento Me Too. La scelta di inserire Resist! in questo primo volume ha il chiaro obiettivo di trasmettere fin da subito anche l’anima civile e politica del nuovo linus, sottolineando la vicinanza della rivista a temi fondamentali per la nostra civiltà. La parte letteraria di questo nuovo numero è affidata alla prestigiosa penna di Michel Houellebecq, con un originale abbecedario inedito, a conferma della sua verve eclettica e sorprendente. Il ritratto dell’autore francese che accompagna l’articolo è di uno dei maestri del fumetto italiano, Giorgio Carpinteri, mentre il testo di Houellebecq è impreziosito dalle illustrazioni di Lorenzo Mó. A seguire il sociologo Sergio Brancato racconta con un taglio innovativo il ritorno della fantascienza filosofica come chiave d’interpretazione del presente, indagandone l’immaginario dalla letteratura alle serie tv.

Un ritorno alle origini non poteva non rendere omaggio agli amati Peanuts, a cominciare dalla riproposizione della primissima striscia pubblicata nel 1950, per regalare a tutti il piacere di leggere com’è nato il mondo geniale e rivoluzionario di Charles M. Schulz. Un altro ritorno d’eccezione è Calvin & Hobbes per la gioia di tutti i fan di Bill Watterson, presentando al lettore italiano le prime strisce del 1985. Lo sguardo al passato prevede anche la riproposizione di classici del fumetto, ormai dimenticati come Kin-der-Kids di Lyonel Feininger, maestro indiscusso della Bauhaus, o Cheech Wizard opera del geniale e folle nume tutelare della corrente underground degli anni 70, Vaughn Bodé. Un altro gioiello di questo nuovo numero è rappresento dalla pubblicazione in esclusiva mondiale, per la prima volta su una rivista, del capolavoro del Salinger del fumetto: Nejishiki di Tsuge Yoshiharu, un’opera visionaria che ha rivoluzionato il fumetto giapponese. Questo sarà inoltre anche il primo manga in assoluto ad essere ospitato sulle pagine di linus.

Ci sarà poi Davide Toffolo, tra i più apprezzati fumettisti italiani, con tavole inedite dedicate alla sua altra grande passione, la musica. Sarà poi la volta di Seth, artista canadese celebre in tutto il mondo, che regala un visionario diario a fumetti, realizzato con una tecnica mista di inchiostri e timbri e pubblicato per la prima volta in Europa.

La rivista sarà in vendita ad euro 6,00.

 

telegra_promo_mangaforever_2