La serie tv di Watchmen non sarà un riadattamento del fumetto

0
Il regista Damon Lindelof spiega le ragioni della sua scelta.

Dopo l’annuncio da parte di HBO per la creazione della serie televisiva basata sullo storico fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons, e l’annuncio dell’attore che interpreterà Dottor Manhattan, nuove coraggiose dichiarazioni arrivano dal set della serie tv Watchmen, a sette mesi di distanza dall’annuncio.

Il regista che prenderà in mano questa “patata bollente” sarà Damon Lindelof (co-creatore della serie Lost) che, durante un’intervista al Bookish With Sonya Walger, ha dichiarato che la serie tv sarà una trasposizione differente dalla serie a fumetti, quindi non un vero e proprio adattamento. Lindelof ha paragonato la serie per HBO alla serie tv Fargo:

«[adattamento] potrebbe essere la parola giusta, alla fine. Hai presente Fargo? Non definirei la versione di Noah Hawley un adattamento, perché il film esiste nel suo mondo e così anche tutto ciò che accade nel film Fargo precede la serie televisiva Fargo. Vedi, loro trovano una borsa piena di denaro nella prima stagione e tu pensi “Oh, ma quello fa parte del film” ma noti anche i tratti canonici dei film dei Coen, quindi è una cosa a sé.»

telegra_promo_mangaforever_2