L’Uomo d’Acciaio doveva essere il primo di cinque episodi cinematografici

0
La Warner Bros. prepara il sequel.

Secondo quanto recentemente riportato, il sequel de L’Uomo d’Acciaio sarebbe una priorità per la Warner Bros.. Jay Oliva, storyboard artist dei film DC Comics e regista di film d’animazione DC Universe quali, tra gli altri, The Flashpoint Paradox e Justice League Dark, è intervenuto su Twitter ed ha spiegato: “L’Uomo d’Acciaio non avrebbe mai dovuto avere un sequel perché doveva essere il primo capitolo di una storia in cinque episodi. Batman v Superman segue esattamente le vicende de L’Uomo d’Acciaio, è come il libro due di Harry Potter.”

Ed ha aggiunto: “Nell’aprile 2013, prima dell’uscita de L’Uomo d’Acciaio, fui incaricato di dirigere il cortometraggio animato per i 75 anni di Superman. Ho incontrato Zack Snyder, che era il produttore esecutivo, e mi ha mostrato gli storyboard di Batman v Superman. Ed era Batman da Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller.”

Dunque, inizialmente la saga in cinque capitoli era composta da L’Uomo d’Acciaio, Batman v Superman: Dawn of Justice, Justice League Part 1 e Part 2 e dall’ultimo episodio di cui non si sa nulla. In seguito ai riscontri negativi di Justice League, però, i programmi della Warner sono cambiati. Ci sarà un sequel di Justice League ma non avrà niente a che fare con l’idea iniziale di Zack Snyder ed è stato messo in cantiere il sequel de L’Uomo d’Acciaio.

Per la regia del sequel de L’Uomo d’Acciaio, è stato fatto il nome di Matthew Vaughn (X-Men: L’inizio, Kick-Ass, Kingsman – Secret Service) ma è attualmente al lavoro su Kingsman 3. Nel 2008, Vaughn e il fumettista Mark Millar, suo frequente collaboratore, avevano scritto una trilogia cinematografica di Superman che non ha avuto ulteriori sviluppi.

telegra_promo_mangaforever_2