Disneyland: il prossimo parco sarà in Sicilia?

    0
    Un assessore della Regione Sicilia ha parlato di trattative e di un appuntamento con i vertici Disney.

    Un parco Disneyland in Italia: utopia? Forse no, almeno stando a delle recenti dichiarazioni su alcune trattative in corso fra la Regione Sicilia e The Walt Disney Company.

    Tutto è iniziato cinque anni fa, quando la Disney ha provato a porre le prime basi per l’apertura di un parco diverimenti in Sicilia. C’era addirittura una località prescelta: Termini Imerese, una cittadina a 33 chilometri da Palermo, che interessava particolarmente la compagnia. A febbraio di quell’anno Jay Visconti, Vice Presidente di Disney Media, aveva inviato una lettera alla Regione con tanto di preventivo per l’apertura, per la modica cifra di 750 milioni di euro. Successivamente ci fu un incontro tra l’ex segretario generale della Regione, l’allora sindaco di Termini Imerese, Jay Visconti e un’importante manager Disney. Poi però i rapporti si incrinarono e il dialogo si interruppe per non meglio precisate “divergenze creative”.

    Forse oggi la fortuna potrebbe girare di nuovo. Almeno così ha affermato Gaetano Armao, Assessore all’Economia della Regione Sicilia, che ha parlato di un nuovo contatto con The Walt Disney Company durante un forum tenuto dall’Agenzia Italpress. Armao ha anche dichiarato che ci sarà un ulteriore incontro ai primi di maggio fra le due. La Regione Sicilia sarà aperta alle trattative e la Disney parrebbe interessata sempre allo stesso sito di Termini Imerese, quindi nessun cambio di location in vista. Vedremo se le trattative andranno a buon fine o meno, questa volta.

    L’apertura di un parco Disneyland in Sicilia unirebbe turismo, nuovi posti di lavoro e soprattutto una sede di divertimenti Disney tutta italiana, invece che europea come quella a Disneyland Paris. E non ci sembra poco.

    telegra_promo_mangaforever_2