Verrà inaugurata durante il festival romano e sarà aperta al pubblico fino a luglio.

Gli spazi espositivi dell’ARFestival, l’evento romano dedicato ai fumetti in toto, ospitano ogni anno grandi mostre degli autori più promettenti del presente e i grossi nomi del passato.

Dopo le mostre su Hugo Pratt e Milo Manara nelle precedenti edizioni, quest’anno è il turno di Andrea Pazienza. L’autore che ha dimorato nell’immaginario a fumetti di generazioni di giovani dagli anni ’70 a oggi, avrà una mostra dedicata a tutta la sua Arte, in occasione del trentennale dalla sua scomparsa.

andrea pazienza mostra roma arfestivalSi potranno ammirare inediti e pezzi rari grazie alla collaborazione con il Napoli Comicon e la famiglia dell’artista, tutti tratti dalle seguenti opere:

«… da Aficionados Le straordinarie avventure di Penthotal dei primissimi anni ’80 al suo personaggio più celebre, Zanardi (con le tavole di Giallo scolastico,Verde matematicoPaccoLa prima delle treNotte di CarnevaleCuore di mammaCenerentola 1987Lupi e alcune delle straordinarie pagine di La vecchiezza è una Roma e di Zanardi medievale), passando per Tormenta e le caricature disneyane di Perché Pippo sembra uno sballato La leggenda di Italiano Liberatore, lo spassoso Pertini, le meravigliose tavole a colori di Campofame, o ancora Francesco Stella, le SturielletUna estate, l’incompiuta Storia di Astarte o di Il perché della anatre, fino a Gli ultimi giorni di Pompeo.»

La mostra verrà inaugurata in concomitanza con la prima giornata dell’ARFestival, il 25 maggio, e sarà aperta al pubblico fino al 15 luglio, presso l’ex Mattatoio a Testaccio, Roma.

 

telegra_promo_mangaforever_2