Rubato il sangue di Stan Lee per autografare fumetti Marvel

0
Il leggendario fumettista ha recentemente avuto problemi di salute.

TMZ riporta che, nei mesi scorsi, una delle infermiere impiegate per curare a domicilio Stan Lee avrebbe rubato dalla sua abitazione alcune fiale di sangue da analizzare. Lo stesso sangue sarebbe stato utilizzato per autografare alcuni fumetti Marvel quali, tra gli altri, Rise of the Black Panther n. 1 e The Mighty Thor n. 700 da rivenderli anche per 500 dollari.

L’operazione sarebbe stata portata avanti della Marvel Avengers Station, una mostra di Las Vegas che opera con le licenze ufficiali Disney e Marvel e che allega un certificato di autenticità secondo il quale gli albi sono autografati con il “DNA Solvente” di Stan Lee.

Stando alle fonti, l’operazione andava avanti almeno dallo scorso dicembre e che sarebbe stata proprio un’iniziativa di Stan Lee in seguito alla sparatoria che si è svolta lo scorso ottobre a Las Vegas. L’autore, però, non aveva dato il suo consenso e la Avengers Station ha cessato la vendita dei fumetti autografati acquistati da individui che hanno presentato la certificazione di autenticità. Tali certificazioni risalgono alla Hands of Respect, l’associazione benefica di Stan Lee con la quale l’autore ha avuto problemi di recente causati dalla cattiva gestione di un socio d’affari.

telegra_promo_mangaforever_2