I Fantastici Quattro: Josh Trank rinnega il film

0
Il film, uscito nel 2015, è stato un flop al box-office ed è stato stroncato dalla critica.

Nella biografia sul suo account Instagram, Josh Trank, regista de I Fantastici Quattro, ha cancellato il titolo dalla sua filmografia. In precedenza, Trank aveva incolpato la Fox di averne mutilato il montaggio.

Quando il film ha avuto riscontri negativi da parte del pubblico e della critica, sono iniziati ad emergere dettagli circa i problemi produttivi e l’atteggiamento del regista sul set.

Trank non ha prodotto abbastanza buon materiale ed ha rifiutato l’aiuto di studio e produttori. Si sarebbe quindi isolato chiudendosi in una tenda nera che ha costruito intorno ai suoi monitor. Si chiudeva nel suo camper e non interagiva con nessuno. La Fox aveva inizialmente approvato la visione realistica del regista ma Trank ha esagerato con il tono cupo del film ossessionato dalle performance del cast. Durante le riprese, sostengono le fonti, diceva agli attori quando battere le ciglia e quando respirare. Ha continuato a spingere gli attori fino a rendere le performance piatte.

Trank aveva fortemente voluto Miles Teller nel ruolo di Reed Richards ma l’atteggiamento sarcastico dell’attore nei suoi riguardi ha posto i due in conflitto. A quanto pare, Trank e Teller si sono fronteggiati a muso duro e sono quasi venuti alle mani. Pare inoltre che il regista non abbia mai voluto Kate Mara nel ruolo di Sue Storm e si sia comportato sempre in modo molto scorbutico con lei sul set.

La Fox voleva licenziare Trank ma ha poi deciso di dargli fiducia finché non è stato troppo tardi. Avrebbero dovuto ingaggiare qualcuno davvero disperato per terminare il film di qualcun altro oppure bisognava ridurre il budget e perdere il cast.

Quando le riprese sono concluse, il film non aveva neanche un finale. A quel punto, gran parte del cast era indisponibile e molto materiale è stato girato con le controfigure. Nel caos venuto a crearsi, Trank è stato neutralizzato dal consiglio d’amministrazione.

Su Twitter, Trank aveva spiegato:

“Non è rimasto molto del mio materiale nel film (la maggior parte si trova nella prima parte) ma sarò sempre onorato di aver potuto giocare in un parco così divertente. Sono cresciuto con questi personaggi. Ho litigato per questi personaggi. Ho speso la mia paghetta per ogni singolo albo che usciva. Aver avuto la possibilità di scrivere per Ben, Victor, Reed, Sue e Johnny… Non avete idea quanto abbia significato per me. Abbiamo cercato di fare qualcosa di nuovo e ambizioso, qualcosa che rispettasse il materiale originale senza restarne troppo vincolati.”

telegra_promo_mangaforever_2