Boro il Bruco: ecco il nuovo corto di Hayao Miyazaki

0
“Boro il bruco” è il primo anime del regista in 5 anni!

Il cortometraggio Kemushi no Boro (Boro il bruco), la prima opera del regista Hayao Miyazaki da Si alza il vento del 2013, è stato presentato in anteprima al Museo Ghibli mercoledì. Il corto termina con un pezzo di pianoforte del collaboratore di vecchia data di Miyazaki, Joe Hisaishi.

Il comico Tamori è responsabile per l’intera colonna sonora del cortometraggio tranne la canzone di Hisaishi durante la scena finale. I contributi di Tamori includono la voce del bruco e tutti gli effetti sonori (Anche Tamori e la cantante Akiko Yano hanno usato solo le corde vocali per creare l’intera colonna sonora, incluse voci, musica ed effetti sonori, per il cortometraggio “House Hunting” di Miyazaki del 2006 del Museo Ghibli. Analogamente, Miyazaki ha usato voci umane per creare molti effetti sonori per le macchine e anche il terremoto in Si alza il vento).

Miyazaki ha ideato, scritto e diretto il corto, che ha una durata di 14 minuti e 20 secondi. Il corto si concentra attorno a Boro, un bruco nato di recente che si risveglia con occhi nuovi e muove i suoi primi passi in un mondo pieno di amici e nemici. Miyazaki tenta di rappresentare il mondo come visto da un insetto, a partire da quando non è nemmeno lungo un millimetro.

Prima della proiezione in anteprima, il direttore del museo Kazuki Anzai ha riportato alcuni commenti di Miyazaki sul corto. Miyazaki ha rimuginato l’idea di questo film sin dalla scuola elementare, 67 anni fa, e ora ce l’ha fatta. Ha anche espresso la sua gratitudine a Tamori, dicendo che se non fosse stato per Tamori questo film non sarebbe stato completato.

Miyazaki ha ricordato che, quando gli è stata insegnata la fotosintesi delle piante alla scuola elementare, è rimasto affascinato dal modo in cui può vederla in azione. Si chiese se un bruco potesse vedere le particelle nell’aria, se le foglie assomigliano alla gelatina quando le mordicchia e se le vespe sembrano a un bruco come “droni senza pilota che ronzano intorno ai moderni campi di battaglia”. Quindi, ha fatto un film del genere.

Il cortometraggio debutterà ufficialmente al Saturn Theatre del museo dal 21 marzo alla fine di agosto. Dal 14 marzo ad agosto, il museo ospita anche una mostra delle immagini che Miyazaki e gli altri artisti hanno creato per il corto.

Miyazaki sta anche lavorando al film Kimi-tachi wa Dō Ikiru ka (Voi come vivete?), il cui titolo è tratto dall’opera dello scrittore Genzaburō Yoshino, capolavoro del 1937. Miyazaki si aspetta che ci vorranno dai tre ai quattro anni per completare il film. Suzuki ha descritto il film a novembre come una “fantasia d’azione-avventura” disegnata a mano.

Con lo Studio Ghibli, Miyazaki ha diretto, tra gli altri, Il mio vicino Totoro, Kiki – Consegne a domicilio, La Principessa Mononoke, Si alza il vento e La città incantata, che vinse l’Oscar nel 2003 come miglior film d’animazione, diventando il primo film anime a vincere un Academy Award.

 

telegra_promo_mangaforever_2