Classifica Comics USA febbraio 2018: la Marvel torna in testa

0
Tutti i dati di vendita del mercato americano per il mese di febbraio.

Febbraio nero ma non nerissimo per il mercato americano. La flessione sembrerebbe catastrofica: -8% per dollari guadaganti e -20% per fumetti venduti rispetto a febbraio 2017, poco meno del -7% rispetto a gennaio 2018 – i dati di vendita qui.

Tuttavia esaminando meglio i dati ci accorgiamo che a febbraio 2017 la Image aveva festeggiato il suo 25° anniversario vendendo ben 750.000 copie di The Walking Dead #163 a 0.25$ mentre il mese scorso la Marvel aveva offerto ai negozianti una spedizione extra di materiale pari al 10% dell’ordinato – ogni 10 copie di un titolo se ne riceveva una omaggio.

Dopo parecchi mesi di spartizione del mercato, la Marvel torna solitaria ad essere la regina del mercato con il 34.86% per dollari guadagnati ed il 36.94% per fumetti venduti staccando la DC Comics di circa tre punti percentuale ferma al 31.79% e 36.61% rispettivamente. A beneficiare della situazione è la Image che dopo parecchi mesi in discesa vede le sue percentuali finalmente risalire oltre la importantissima soglia psicologica del 10%.

Sicuramente c’è stata una ennesima flessione ma ascrivibile ad una mese “debole” come febbraio, basti pensare che c’è solo un fumetto oltre le 100.000 copie. Come ormai consuetudine da qualche mese il distributore unico Diamond ha stilato due Top 10 separate, una per fumetti venduti ed una per dollari guadagnati.

Analizziamo però i dati di vendita in maniera un po’ più approfondita iniziando da DC Comics.

In un mese privo sia di Metal che Doomsday Clock Batman fluttua intorno alle 94.000 mila copie seguito a ruota dalle 77.000 di Batman: White Knight Detective Comics intorno alle 52.000: eliminate le testate batmaniane nulla sfonda quota 50.000.

The Flash tocca le 46.000, ottimo esordio di The Terrifics con 45.000 che però è una eccezione che conferma la regola ovvero un esordio debole per The New Age of Heroes con Sideways intorno alle 35.000, Damage #2 27.000 e Silencer #2 appena sopra 21.000

Buono anche il debutto della nuova Brave & the Bold di Liam Sharp che si assesta intorno alle 42.000.

La situazione della Marvel invece continua ad essere particolarmente peculiare. X-Men Red #1 vende poco meno di 100.000 copie ma, eliminati nuovi numeri uno e albi legati ad eventi, il miglior albo è Amazing Spider-man #300 – comunque un albo speciale –  e Infinity Countdown Prime #1 che vendono rispettivamente 77.000 e 55.000 copie. Escluso Thor – intorno alle 40.000 – il resto della proposta editoriale si assesta nella fascia 10-19.000 copie. L’unica nota positiva è il trend riscontrato negli ultimi 3 mesi di un forte spinta dai riordini sintomo forse di in una scarsa fiducia dei negozianti, almeno inizialmente, dei prodotti che Marvel propone.

Capitolo indipendenti ed Image: attualmente negli USA la maggior parte dei titoli indipendenti vendono sotto le 10.000 copie. Fatta eccezione ovviamente per The Walking Dead – 77.000 – e Hit-Girl – 50.000 – il resto è molto staccato basti pensare a due “best-seller” come Saga – 38.000 – e Paper Girls – 22.000.

Top 10 comicbooks: la Marvel piazza 5 titoli nella Top 10 dei fumetti venduti e 4 in quella dei dollari guadagnati. La DC invece rispettivamente 4 e 5, la Image piazza lo stesso titolo in entrambe ovvero il solito The Walking Dead. Il fumetto più venduto è DARK KNIGHTS RISING: THE WILD HUNT #1, unico ad andare appena oltre le 100.000, mentre il fumetto che ha guadagnato di più è PETER PARKER: THE SPECTACULAR SPIDER-MAN #300, prezzato a 5,99$.

Top 10 graphic novels & tradepaperbacks: meno eterogenea del solito la classifica legata ai volumi. Il volume che ha venduto di più è SAGA TP 8 con circa 3.000 copie ma è l’unico titolo Image! Dopo parecchi mesi DC e Marvel si spartiscono anche queste Top 10 ed infatti il volume che ha guadagnato di più è HOUSE OF SECRETS: THE BRONZE AGE OMNIBUS HC della DC prezzato 125$.

Girate pagina per le stime di copie vendute dei primi 100 comicbooks e tps.

telegra_promo_mangaforever_2