Marvel Legacy: la vittoria finale di Thanos e il Ghost Rider spaziale

Pubblicato il 19 Febbraio 2018 alle 21:00

L’autore della serie, Donny Cates, parla sulle pagine del sito Comic Book Recources, della grande vittoria di Thanos, coinvolgendo anche l’identità del nuovissimo Ghost Rider spaziale.

ATTENZIONE LA NEWS POTREBBE CONTENERE SPOILER

Donny Cates: “Il Ghost Rider cosmico è un’idea che mi è venuta almeno sette anni fa. Mi sembrava una follia il fatto che nessuno avesse ancora trasformato Frank Castle nello Spirito della Vendetta, semplicemente perché nessuno ama questo concetto più di Frank?Il personaggio sembra fatto apposta per diventare Ghost Rider. Nella sua carriera è stato persino una cosa simile al mostro di Frankenstein, ma mai un Rider.”

“Quando ho iniziato a lavorare alla Marvel, dato che non avevo mai scritto niente per loro, io e l’editor Mark Paniccia abbiamo fatto un po’ conoscenza via e-mail, e gli ho menzionato questa idea. Dovrebbe essere intorno al 2012 o 2013. Dissi: Voglio trasformare Frank Castle in un Rider. Penso potrebbe essere divertente. Mi ricordo che Mark mi disse che l’idea era talmente buona che il fatto che non fosse ancora capitato lo preoccupava un po’. E io ero d’accordo. Immaginavo che che in realtà fosse già stato fatto o che, ad ogni modo, sarebbe successo prima che io avessi l’occasione di scrivere per la Marvel. Invece no. Ho potuto realizzare io l’idea.”

“Sapevo fin dall’inizio che una storia con ben due Thanos avrebbe avuto bisogno di un po’ di respiro. Quei due possono essere davvero pesanti. Quindi avrei avuto bisogno di qualcosa per spezzare un po’ la pesantezza. Il fatto che Frank Castle è la spalla comica, vi dice quanto oscura possa essere la serie. [Ride] Prima che la storia prendesse forma sulla carta, ho iniziato a pensarla solo nella mia testa. Ogni scrittore rimane incollato a un’intuizione e inizia a svilupparla nel proprio cervello anche se non sa nemmeno se andrà mai a buon fine. All’epoca, avrei voluto proporre una storia intitolata “Ghost Rider: Araldo di Galactus”. L’acronimo sarebbe stato “GRHoG”. Che sarebbe stato decisamente figo.”

Articoli Correlati

Fate/stay night: Unlimited Blade Works, la route omonima della celebre visual novel di Type-Moon, godrà di un nuovo adattamento...

26/11/2021 •

20:38

La serie originale della saga di Star Trek ritorna in una nuova edizione Blu-ray Disc grazie a Koch Media Italia. Per festeggiare...

26/11/2021 •

17:45

Le uscite manga J-POP del 1 Dicembre 2021 sono state comunicate attraverso il sito web ufficiale dell’editore. Tra i volumi...

26/11/2021 •

17:29