Anteprima Bonelli, il 2018 di Zagor

0
Nel 2018 che è appena iniziato, quali incredibili sorprese avrà in serbo per i suoi lettori lo Spirito con la Scure? La risposta, in parte, la troviamo nell’articolo a firma del curatore del personaggio, Moreno Burattini, pubblicato sul sito della Sergio Bonelli Editore.

Moreno Burattini anticipa qualche novità che il nuovo anno porta con sé, ma al tempo stesso infittisce il mistero intorno ad altre. Leggere per credere! «Cominciamo non anticipandovi una sorpresa. Cioè, non rivelandovi che cosa accadrà durante il mese di marzo 2018, quando in ambito zagoriano (ma anche da qualche parte un po’ al di fuori) accadrà qualcosa di molto inaspettato e, si spera, di altrettanto entusiasmante. Di qualunque cosa si tratterà, ne riparleremo» esordisce il curatore del personaggio nel lungo articolo pubblicato nella casa web dell’editore milanese.

«Di sicuro, però, altre sorprese – di vario genere – ci attendono lungo il corso dell’anno. La prima, se siete lettori attenti e puntuali, l’avrete già scoperta nel finale dell’albo di gennaio, quello con cui si conclude la storia del ritorno di Smirnoff. Già, perché in quelle ultime pagine si scopre che a manovrare il diabolico duca c’era in realtà… e anche qui ci tratteniamo, per non rivelare troppo a chi debba ancora leggere quella storia. Storia che prelude tuttavia a un altro ritorno, quello della banditessa Blondie» scrive ancora Burattini nell’anticipazione del 2018 di Zagor.

«La strepitosa copertina di Alessandro Piccinelli, che ormai ha convinto del suo talento anche i pochi scettici della primissima ora, dello Zagor di febbraio farà subito tornare alla memoria la prima apparizione della bionda fuorilegge, protagonista di una storia del 1977 firmata a otto mani da Guido Nolitta e Decio Canzio per i testi e da Franco Donatelli e Francesco Gamba per i disegni. Un classico rimasto memorabile anche per la cover di Gallieno Ferri in cui, appunto, la procace pistolera stampa un pugno in faccia allo Spirito con la Scure. Rivedere Blondie ci permetterà di scoprire anche il suo vero nome e un tragico segreto nascosto nel suo passato» si legge ancora nell’articolo dedicato a Zagor e al suo 2018.

Tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate, invece, saranno protagoniste le drammatiche vicissitudini di Ramath, il fachiro, misteriosamente scomparso dalla “Golden Baby” e affannosamente ricercato dal capitano Fishleg e dal suo equipaggio. Ma anche da Zagor che si trova più di ogni altra persona a dover lottare per la salvezza dell’amico, minacciata da oscure potenze negromantiche.

Da settembre, poi, l’eroe di Darkwood si troverà di fronte non uno, ma ben due vecchi nemici che hanno stretto alleanza contro di lui. Di chi si tratta? «Beh, uno è davvero un avversario di antica data, essendo apparso all’epoca degli albi a striscia… ma anche il secondo, pur essendo di vent’anni più recente, appartiene alla schiera dei “cattivi” dei tempi che furono. Nessuno dei due, però, aveva mai fatto ritorno: adesso ricompaiono insieme, e sarà divertente scoprire se qualcuno di voi ne aveva indovinato l’identità» scrive ancora Burattini.

Questo, per quanto riguarda la serie regolare. Lo Speciale, tradizionalmente in edicola a marzo, sarà invece intitolato “Le creature del buio” e racconterà dei misteriosi esseri abitatori delle foreste e protagonisti delle leggende dei boscaioli, noti come “fearsome critters”, alcuni innocui, altri decisamente pericolosi, veri e propri mostri in agguato dietro gli alberi.

Il Maxi Zagor dal titolo “I racconti di Darkwood”, uscito lo scorso mese di settembre, sembra aver riscosso uno straordinario successo. Perciò, spiega il curatore dello Spirito con la Scure «stiamo preparandone un altro con la stessa formula che, a quanto pare, avete gradito: uscirà tra un anno esatto, nel gennaio del 2019». Durante l’anno in corso, invece, i tre Maxi dell’anno saranno “speciali” per un altro motivo: racconteranno un unico viaggio dello Spirito con la Scure fuori dalla foresta di Darkwood. «Il nostro eroe è abituato a questo tipo di “trasferte”: lo abbiamo visto partire verso l’Africa e il Sud America, per esempio. Stavolta, anziché vederlo viaggiare narrando le sue avventure negli albi della serie regolare, lo seguiremo lungo tre tappe scandite da “balenotteri” quadrimestrali (mentre nella collana Zenith tutto proseguirà normalmente). Dunque, in “Terre fredde” lo vediamo arrivare sulla costa occidentale, al confine fra Canada e Stati Uniti, e nei due successivi Maxi ci sposteremo con lui in altre location, sempre lungo la sponda del Pacifico. In tutte e tre queste tappe ci saranno importanti ritorni di personaggi – amici e nemici – di cui spesso e a lungo ci avete richiesto la ricomparsa». Il Maxi di Primavera riporterà per esempio sulle scene il Principe Alexis, indimenticato protagonista del classico nolittano “Agli ordini dello Zar”.

Un’ulteriore stuzzicante novità è l’arrivo nelle edicole, previsto per il mese di novembre, di un secondo team-up (dopo quello con Dragonero) di Zagor, che questa volta farà coppia con Brad Barron nella lotta contro i Morb che hanno invaso la sua foresta. «Come forse sapete, Brad Barron è stato, alcuni anni fa, il protagonista di una miniserie bonelliana, poi proseguita con alcuni avvincenti Speciali, in cui un militare statunitense combatteva contro invasori alieni giunti dallo spazio: lo stesso creatore di quella saga, Tito Faraci, si è assunto l’onere e l’onore di sceneggiare l’avventura congiunta fra Zagor e il suo personaggio, in una storia al cardiopalma di ambientazione darkwoodiana cui sarà dedicato il Color invernale. Tito, fresco reduce dai trionfi di Cico a spasso nel tempo, si è cimentato in questa nuova fatica insieme a Walter Venturi» ha detto Burattini sottolineando poi come il Color estivo, invece, appassionerà i fedeli lettori delle avventure del personaggio con una storia dedicata a Wandering Fitzy, il carismatico mentore di Zagor.

Novità 2018 terminate? Quasi! «Infine, vi farà piacere sapere che durante il 2018 saranno pubblicati due volumi dedicati a Zagor destinati al circuito librario e delle fumetterie. A metà febbraio, un cartonato riproporrà – a colori e in grande formato – l’avventura dell’Inferno dei vivi, mentre un poderoso tomo in brossura permetterà di rileggere tutta insieme la prima, lunga avventura con Kandrax il Mago. Vi avvertiremo per tempo quando sarà il momento di cercarli» conclude il curatore Burattini la lunga anteprima del nuovo anno zagoriano.

telegra_promo_mangaforever_2