Ridley Scott interviene sul flop di Blade Runner 2049 e critica Star Wars

0
Blade Runner 2049 ha incassato 258 milioni di dollari in tutto il mondo.

Intervistato dal Vulture, Ridley Scott, regista del primo Blade Runner, ha parlato del flop del sequel che ha visto il suo ritorno in veste di produttore: “Era troppo lungo. Ed è stata colpa mia, la maggior parte della sceneggiatura era mia.”

“Mi siedo con gli sceneggiatori per un certo periodo di tempo e non mi faccio accreditare perché dovrei registrare tutte le nostre conversazioni. Non posso fare una cosa del genere ad un bravo sceneggiatore. Ma devo farlo perché, per dimostrare di aver preso parte al processo creativo, devo averne le prove ma non voglio essere disturbato.”

“Le idee principali derivano da Blade Runner. Tyrell è un miliardario, dal 5 al 10 percento dei suoi affari derivano dalle Intelligenze Artificiali. Come un dio, ha creato esseri perfetti che non si distinguono dagli umani. Poi dice: ‘Creerò un’Intelligenza Artificiale. Un maschio e una femmina. Non sapranno di essere IA. Li farò incontrare, s’innamoreranno, consumeranno ed avranno un figlio.’ Questo accadeva nel primo film. Il sequel risponde alla domanda: cos’è accaduto a quel bambino? Devi avere il bambino ma non puoi avere la madre che è morta in maniera inspiegabile quattro mesi dopo lo svezzamento. Le ossa sono dentro la scatola sepolta ai piedi dell’albero. Sono tutte idee mie. La fidanzata digitale è mia. Volevo un’evoluzione di Pris che era incredibilmente sexy nel film originale.”

Quando gli viene chiesto se gli è stata proposta la regia di un film di Star Wars: “No, sono troppo pericoloso per quello. Perché so quello che faccio. A loro piace avere il controllo e a me piace avere il controllo sul mio lavoro. Non ha senso prendere un tizio che ha fatto un film low-budget e fargli dirigere un film da 180 milioni di dollari. E’ stupido. Sapete quanto costano le riprese aggiuntive? Milioni di dollari. Il mio salario è alto ma non sforerò mai col budget e coi tempi di produzione. L’esperienza conta per questo. Può renderti noioso, ma se hai esperienza e sai cosa stai facendo, è essenziale. Bisogna procedere per gradi. Iniziare con film a basso budget, tipo 20 milioni, e poi passare ad un film da 80. Ma non puoi passare subito ad un film da 160 milioni.”

telegra_promo_mangaforever_2